Celiachia: lo sviluppo di nuovi …

[caption id="attachment_8…

Alzheimer: arteterapia e sindrom…

Applicata alla demenza,…

Leucemia mieloide cronica: negli…

[caption id="attachment_6…

Virus Epatite C: trovato materia…

[caption id="attachment_…

Vaccini universali dal genoma si…

La vita artificiale è più…

Scoperti meccanismi in grado di …

Scoperti i meccanismi che…

Leucemie: una forma di 'ecstasy'…

Una versione dell'Ecstasy…

Oncologia Perugia: il Lancet pub…

[caption id="attachment_…

Apnee notturne: naso elettronico…

Un naso elettronico utili…

Dieta mediterranea: toccasana pe…

Altro che Viagra. Pesce, …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ricrescita bulbi piliferi grazie a cellule staminali

Far ricrescere i capelli grazie alle cellule staminali.


E’ l’obiettivo che sembra ormai vicino dopo l’esperimento che per la prima volta ha trasformato cellule umane adulte in staminali dell’epitelio, ossia in cellule capaci di rigenerare pelle e follicoli piliferi così come il rivestimento interno di vasi sanguigni e mucose.    Descritto sulla rivista Nature Communications, il risultato si deve al gruppo coordinato da Xiaowei Xu, dell’università americana della Pennsylvania e apre le porte a una nuova tecnica per rigenerare i capelli nelle persone che soffrono di calvizie. Una volta impiantate sui topi queste cellule hanno rigenerato le cellule della pelle e prodotto follicoli piliferi da cui sono nati nuovi peli. I ricercatori sono partiti da cellule della pelle umana chiamate fibroblasti dermici. Con l’aggiunta di tre geni, le hanno convertite in cellule staminali pluripotenti indotte, che hanno la capacità di differenziarsi in qualsiasi tipo di cellula del corpo. Con l’aggiunta di altri fattori di crescita, queste cellule sono state indotte a trasformarsi in staminali epiteliali. Innestate sui topi, le cellule hanno prodotto epidermide umana (gli strati più esterni delle cellule della pelle) e follicoli strutturalmente simili ai follicoli piliferi umani. ”Queste cellule – rileva Xu – hanno molte potenziali applicazioni, tra cui la cicatrizzazione delle ferite e la rigenerazione dei capelli”.

Tuttavia, precisa l’esperto, tali cellule, non sono ancora pronte all’uso sull’uomo perché un follicolo pilifero contiene cellule epiteliali e un tipo specifico di cellule staminali adulte chiamate papille dermiche. ”Quando una persona perde capelli, perde entrambi i tipi di cellule – spiega Xu – abbiamo risolto un problema importante, la componente epiteliale del follicolo pilifero. Ora – conclude – dobbiamo comprendere come ottenere cellule delle papille dermiche”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x