Tutti in forma con l’Agenda per …

Dodici mesi in movimento …

Influenza: il meccanismo del vir…

Un gruppo di ricercatori …

Arteriosclerosi: un pomodoro, ge…

Per la prima volta un po…

E’ in arrivo Tachidino, il dinos…

Ideato dall’Istituto Scie…

Cinque geni responsabili di infi…

ROMA -  Il Messaggero – I…

Trapianti: gli anticoagulanti ut…

I farmaci che prevengono …

Leucemia: sale il rischio nei bi…

Uno studio australiano ha…

Dal 'verde' un vaccino unico, ar…

[caption id="attachment_5…

Post ictus: un ottimo tasso di r…

Il recupero delle funzio…

Arrivare alle misteriose profond…

Alcuni ricercatori finanz…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

“Mettici la Faccia”: disegna il volto del robot umanoide CoMan

robotAl via il concorso dell’Istituto Italiano di Tecnologia rivolto agli studenti delle scuole superiori della Provincia di Genova. In palio un corso, un premio in denaro e una visita di classe all’IIT 

Genova, 21 gennaio 2014 – Quale aspetto avrà il robot CoMan che potrà lavorare con gli umani in situazioni pericolose o difficili? L’Istituto Italiano di Tecnologia lo chiede agli studenti delle scuole superiori della Provincia di Genova attraverso il concorso “Mettici la Faccia”, un concorso di progetti grafici (disegno a mano o disegno con mezzo digitale) per dare un volto al robot umanoide CoMan. Il concorso parte oggi e scade il 3 marzo.

 

COmpliant HuMANoid Platform (CoMan) è il robot umanoide realizzato dai ricercatori del Dipartimento di Advanced Robotics dell’IIT, che ha la peculiarità di essere tra i primi al mondo a possedere braccia e gambe in grado di muoversi con la stessa fluidità degli arti umani, senza alcuna rigidità delle articolazioni e con un perfetto equilibrio del corpo robotico. Alto circa un metro e dal peso di 30 chilogrammi, CoMan è progettato per avere in futuro un compagno di lavoro in situazioni di emergenza, o in ambienti difficili e pericolosi. È in grado di camminare e di rispondere alle sollecitazioni esterne mantenendo l’equilibrio sulle sue gambe robotiche. La struttura interna di CoMan è realizzata in lega di titanio, acciaio inossidabile, lega di alluminio ed è coperto da un esoscheletro plastico ABS.

Di recente, il team di ricercatori impegnato nello sviluppo dell’umanoide ha completato un paio di mani che sarà integrato a breve; ora sta lavorando alla testa del robot, la cui rappresentazione grafica sarà affidata alla creatività degli studenti a cui è rivolta l’iniziativa“Mettici la faccia”.

 

Il concorso ideato dall’IIT ha, infatti, l’obiettivo di sensibilizzare i giovani alla scienza e alla tecnologia con un approccio interdisciplinare, attraverso lo stimolo di abilità e di sensibilità artistiche e di uno spirito di analisi di un oggetto scientifico reale.

Come si partecipa al concorso? Il concorso è per progetti realizzati da singoli studenti, e non da un gruppo. Il progetto grafico (a mano o con supporti digitali) dovrà rappresentare la loro individuale interpretazione della “faccia” di CoMan, motivando il tipo di proposta con un breve testo. I lavori pervenuti all’IIT (via email o a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno) entro il 3 marzo saranno valutati da una giuria di esperti di disegno meccanico e di robotica, che selezionerà il migliore progetto grafico sulla base della creatività, della originalità, dell’attinenza al tema e del contenuto scientifico e tecnologico.

Oltre a un premio in denaro pari a 250 euro, l’autore del progetto vincitore si aggiudicherà l’iscrizione a un corso di fotografia, di disegno o di lingua inglese per l’anno scolastico 2014-2015. Inoltre, al termine dell’iniziativa, il vincitore e gli studenti appartenenti alla sua stessa classe avranno l’opportunità di conoscere i ricercatori e vedere il robot CoMan dal vivo, durante un incontro dedicato presso la sede dell’Istituto.

 

Per maggiori informazioni sul concorso “Mettici la Faccia”, è possibile consultare il regolamento completo sul sito dell’IIT, al link: metticilafaccia.iit.it

***

ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA

L’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) è una Fondazione di diritto privato istituita congiuntamente dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza nella ricerca di base e in quella applicata e di favorire lo sviluppo del sistema economico nazionale. Lo staff complessivo di IIT conta 1233 persone. L’area scientifica è rappresentata da circa l’85% del personale. Il 43% dei ricercatori proviene dall’estero: per il 27% stranieri da circa 50 Paesi e per il 16% italiani rientrati.

La produzione di IIT vanta più di 3500 pubblicazioni e 127 invenzioni che hanno originato 209 brevetti. Nella sede di Genova collaborano dipartimenti di Robotica (“Robotica, Cervello e Scienze Cognitive” e “Robotica Avanzata”), dipartimenti orientati alle scienze della vita (“Neuroscienze e Tecnologie del Cervello”, e “Scoperta e Sviluppo Farmaci”) e facility di “Nanochimica”, “Nanofisica”, “Nanostrutture”, “Pattern Analysis & Computer Vision” e “iCub Facility”. Dal 2009 l’attività scientifica è stata ulteriormente rafforzata con la creazione di dieci centri di ricerca nel territorio nazionale (a Torino, Milano, Trento, Parma, Roma, Pisa, Napoli, Lecce) che, unitamente al Laboratorio Centrale di Genova, sviluppano le nuove piattaforme del piano scientifico 2012-2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: