Per riparare vasi sanguigni l'ok…

[caption id="attachment_8…

Una nuova regione, bersaglio con…

La paura e l’ansia, lo sa…

Il recettore che accomuna creati…

[caption id="attachment_7…

Convegno “Diritto alla Salute ne…

Roma, 30 novembre 2011 – …

Giornata Mondiale Sclerosi Multi…

Roma, 24 maggio 2016 – In…

Altro che DNA 'spazzatura' - il …

[caption id="attachment_1…

Liposuzione: un anno e il grasso…

Forse e' triste saperlo p…

Cardiopatici nell'ordine di 1 su…

Roma, 29 gen - Chirurgia …

L'importanza del pH del sangue c…

[caption id="attachment_7…

Scoperta proteina chiave nel tra…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Oppio altera centri cerebrali di ricompensa

L’uso dell’oppio altera l’attivita’ di una specifica proteina necessaria per il normale funzionamento del centro di ricompensa del cervello.


A dirlo uno studio pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology e condotto da un gruppo di scienziati del The Mount Sinai Hospital. Gli scienziati sono riusciti a bloccare la proteina, oltre che a incrementare la sua espressione nel nucleo accumbens dei topi, un componente chiave del centro di ricompensa del cervello.   Questo e’ il primo studio che mostra che gli oppiacei cambiano l’attivita’ della proteina RGS9-2 e alterano la soglia del dolore oltre a andare a incidere sulla tolleranza verso gli oppioidi. ”Siamo riusciti – ha spiegato Venetia Zachariou, fra gli autori della ricerca – a bloccare la dipendenza, ma l’aumento dell’attivita’ della proteina ha anche abbassato il sollievo dal dolore in risposta alla morfina e i topi hanno sviluppato tolleranza alla morfina molto rapidamente”.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x