Questione Bayer: i sensazionali…

Già un anno fa l’Ema e l’…

Radicali liberi: i nemici del si…

I radicali liberi attacca…

SItI e Sanofi Pasteur MSD: partn…

Due giorni di formazion…

Gravidanza breve se preceduta da…

La durata di una gravida…

Asma: quanto incide il rapido sv…

I neonati che crescono pi…

Elisir di lunga vita? Alimentazi…

Nessun ingrediente miraco…

Rigenerazione tessuti cardiaci d…

Saranno consegnati a Ot…

Oppio altera centri cerebrali di…

L'uso dell'oppio altera l…

Sindrome di Sjogren: idrossiclor…

I pazienti affetti dalla …

Diabete e obesità: trovati gli e…

Inibire l'azione di alcun…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Diabete: ripercussioni sullo stato della psiche da adulti a seconda dell’età in cui si manifesta l’insorgenza

L’eta’ in cui si sviluppa il diabete sembra avere un impatto sulla funzionalita’ del cervello.


Un nuovo studio, presentato al meeting annuale dell’American Psychosomatic Society, ha scoperto che se il diabete di tipo 1 insorge dagli otto anni d’eta’ in poi indebolisce la connettivita’ cerebrale nel corso della vita.diabete
Effetto, questo, che non si riscontra sui bimbi che ricevono una diagnosi di diabete prima. I risultati della ricerca, condotta dalla University of Pittsburgh, sono stati determinati analizzando le scansioni cerebrali di quarantaquattro adulti di mezza eta’ che hanno ricevuto una diagnosi di diabete di tipo 1 da bambini. Dai dati e’ emerso che l’insorgenza del diabete poco prima o durante la puberta’ interferisce con la normale funzione cerebrale successivamente.

In particolare, chi ha ricevuto la diagnosi dagli otto anni d’eta’ in poi mostra da adulti anomalie cerebrali, come lo sviluppo precoce di declino cognitivo

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!