Leucemia mielogena acuta: la fir…

[caption id="attachment_1…

Ipertensione arteriosa resistent…

Presentata in Senato la p…

ADHD: la necessità di percorsi d…

Dal modello adottato dall…

L'uomo di Neanderthal: vita inte…

[caption id="attachment_1…

Al Tatarella di Cerignola innova…

L’urologia del Tatarella …

Cancro ovarico: scoperto legame …

Identificato un legame de…

Ricerche evidenziano la distribu…

[caption id="attachment_5…

Evitare le troppe sostituzioni d…

Roma, 22 gennaio 2015 - A…

La composizione dei carburanti i…

Le evidenze sugli effet…

Correlazione tra recidiva cancro…

Il crollo del testostero…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fascite necrotizzante: batterio evoluto tra tanti batteri buoni

I batteri responsabili della mortale fascite necrotizzante, una malattia che consuma le carni, si sono in realta’ evoluti da altri microrganismi patogeni in grado di causare solo malattie minori.


Comprendere con precisione come questo microbo si e’ trasformato aiutera’ gli scienziati a capire meglio come sorge l’infezione e come si puo’ combattere. Lo studio dello Houston Methodist Research Institute in Texas e’ stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.necrosi I batteri conosciuti come Group A Streptococcus hanno attraversato quattro importanti mutazioni genetiche prima di trasformarsi nei temibili patogeni della fascite necrotizzante e di essere capaci di innescare una epidemia nei tardi anni Ottanta.

Gli scienziati hanno identificato la tossina che li ha resi mortali e svelato i passi finali che li hanno portati a diventare epidemici. Per la prima volta, spiegano i ricercatori, si sono compresi con precisione gli eventi genetici molecolari che hanno creato un nuovo patogeno che poi ha causato un’epidemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: