Tumori, uno studio risale fino a…

Potrebbe essere una 'pi…

Il bacillo della lebbra potrebbe…

Il meccanismo biologico e…

Saranno piccoli robot-spia a nav…

[caption id="attachment_8…

Biotecnologie ed Innovazione in …

Incontro a Milano tra esp…

Ustekinumab: nuovi risultati di …

I benefici di ustekinumab…

Una risata fa buon sangue, ma ma…

Il riso fa buon sangue, m…

Le "finte piastrine" in grado di…

Aggregati biodegradabili,…

Autismo: ideata una scala per ri…

Una scala per monitorare …

Gardasil® 9, il nuovo vaccino an…

Il Comitato Europeo per i…

Nuovi studi per maggiori approcc…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fascite necrotizzante: batterio evoluto tra tanti batteri buoni

I batteri responsabili della mortale fascite necrotizzante, una malattia che consuma le carni, si sono in realta’ evoluti da altri microrganismi patogeni in grado di causare solo malattie minori.


Comprendere con precisione come questo microbo si e’ trasformato aiutera’ gli scienziati a capire meglio come sorge l’infezione e come si puo’ combattere. Lo studio dello Houston Methodist Research Institute in Texas e’ stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.necrosi I batteri conosciuti come Group A Streptococcus hanno attraversato quattro importanti mutazioni genetiche prima di trasformarsi nei temibili patogeni della fascite necrotizzante e di essere capaci di innescare una epidemia nei tardi anni Ottanta.

Gli scienziati hanno identificato la tossina che li ha resi mortali e svelato i passi finali che li hanno portati a diventare epidemici. Per la prima volta, spiegano i ricercatori, si sono compresi con precisione gli eventi genetici molecolari che hanno creato un nuovo patogeno che poi ha causato un’epidemia.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x