Retina artificiale: progetto in …

Un polimero conduttore è …

Epatite C: gli esperti consiglia…

Trattare tutti i pazienti…

Giornate di Andrologia e Medicin…

L’impatto dell’infertilit…

I risultati del primo studio di …

[caption id="attachment_1…

Cannabis raddoppia rischi di inc…

Mettersi alla guida entro…

La musica del cuore che fa bene …

Una ricerca dell'Univ…

Alzheimer: scoperta mutazione ge…

Scoperta una mutazione ge…

Alzheimer: si blocca con impulsi…

Lo sviluppo dell'Alzheime…

Ictus: anche i traumi al collo, …

Secondo un nuovo studio, …

Displasia broncopolmonare nei na…

I neonati prematuri hann…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il gesso del futuro, per le fratture, sarà in termoplastica

Non solo è più leggero del tradizionale gesso perché realizzato in termoplastica: il nuovo guanto curativo per le fratture sarebbe anche più efficace del normale gesso perché corredato di uno stimolatore che pulsa ultrasuoni che promette di ridurre i tempi di guarigione delle ossa fratturate fino al 38%.


Il nuovo dispositivo si chiama “Osteoid” ed è valso al suo progettista, il designer turco Deniz Karasahin, la vittoria del concorso internazionale “A Design Award and Competition”. termoplastica
Il calco in termoplastica risulta molto preciso perché realizzato tramite la scansione dell’arto interessato dalla frattura e, oltre a essere più leggero di un usuale gesso è anche più comodo perché può essere sfilato in qualsiasi momento.

Stando a quanto afferma l’ideatore, grazie allo stimolatore a ultrasuoni annesso il dispositivo sarebbe in grado di ridurre i tempi di guarigione di una frattura indossandolo anche solo per venti minuti al giorno.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi