Spesa farmaceutica: non c’è equi…

Roma, 8 gennaio 2016 – “N…

Contraccettivi ormonali ma non o…

Contraccettivi ormonali n…

Un corso ECM FAD perché il farma…

Roma, 4 novembre 2014- E’…

Ebola: anticorpo sviluppato in l…

Scoperta una proteina rec…

Scoperta funzione antitumorale d…

Scoperta funzione antitum…

La cultura "di ferro" anti-anemi…

Le ragazze italiane a…

Equivalenti leva fondamentale pe…

La relazione annuale dell…

Il segreto della resistenza dell…

Secondo lo studio, sarebb…

Insufficienza pancreatica esocri…

[caption id="attachment_7…

Le centraline energetiche delle …

Nuove prove speriment…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il gesso del futuro, per le fratture, sarà in termoplastica

Non solo è più leggero del tradizionale gesso perché realizzato in termoplastica: il nuovo guanto curativo per le fratture sarebbe anche più efficace del normale gesso perché corredato di uno stimolatore che pulsa ultrasuoni che promette di ridurre i tempi di guarigione delle ossa fratturate fino al 38%.


Il nuovo dispositivo si chiama “Osteoid” ed è valso al suo progettista, il designer turco Deniz Karasahin, la vittoria del concorso internazionale “A Design Award and Competition”. termoplastica
Il calco in termoplastica risulta molto preciso perché realizzato tramite la scansione dell’arto interessato dalla frattura e, oltre a essere più leggero di un usuale gesso è anche più comodo perché può essere sfilato in qualsiasi momento.

Stando a quanto afferma l’ideatore, grazie allo stimolatore a ultrasuoni annesso il dispositivo sarebbe in grado di ridurre i tempi di guarigione di una frattura indossandolo anche solo per venti minuti al giorno.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!