Leucemie: farmaci in grado di el…

Un team internazionale di…

Fluttuazioni di geni non sempre …

[caption id="attachment_6…

Melanoma: comprenderlo dalla div…

Comunicato stampa - Messo…

EMA accetta la sottomissione di …

Tolvaptan è stato svilupp…

Giornata Epilessia: la SIN ribad…

Roma, 30 aprile 2015 – Nu…

Perdita dell'udito nella displas…

Un gruppo di ricercatori …

La rigenerazione del midollo spi…

Concluso con successo un …

Tumori cerebrali: stimolare il c…

Un gruppo di ricercatori…

Diabete: esercizi moderati per r…

Esercizi di moderata …

Epatocarcinoma: la sinergia di p…

L’epatocarcinoma è una pa…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il gesso del futuro, per le fratture, sarà in termoplastica

Non solo è più leggero del tradizionale gesso perché realizzato in termoplastica: il nuovo guanto curativo per le fratture sarebbe anche più efficace del normale gesso perché corredato di uno stimolatore che pulsa ultrasuoni che promette di ridurre i tempi di guarigione delle ossa fratturate fino al 38%.


Il nuovo dispositivo si chiama “Osteoid” ed è valso al suo progettista, il designer turco Deniz Karasahin, la vittoria del concorso internazionale “A Design Award and Competition”. termoplastica
Il calco in termoplastica risulta molto preciso perché realizzato tramite la scansione dell’arto interessato dalla frattura e, oltre a essere più leggero di un usuale gesso è anche più comodo perché può essere sfilato in qualsiasi momento.

Stando a quanto afferma l’ideatore, grazie allo stimolatore a ultrasuoni annesso il dispositivo sarebbe in grado di ridurre i tempi di guarigione di una frattura indossandolo anche solo per venti minuti al giorno.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x