Tumori testa-collo: Merck Serono…

La App “La Mia Voce”…

Disturbi specifici dell'apprendi…

Busto Arsizio (VA), novem…

Rapamicina: ecco come rallenta l…

Scienziati dell'Univers…

Ulcere diabetiche: tecnica itali…

Arriva da Napoli una nuov…

Il filmato di un paziente tratta…

Il filmato di un paziente…

Osteoporosi: un danno per la qua…

Secondo un nuovo report d…

Celiachia: nuova pasta "gluten f…

La nuova frontiera per ch…

I tumori della bocca e del collo…

I segnali più classici so…

Creato topolino ossessivo per st…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il gesso del futuro, per le fratture, sarà in termoplastica

Non solo è più leggero del tradizionale gesso perché realizzato in termoplastica: il nuovo guanto curativo per le fratture sarebbe anche più efficace del normale gesso perché corredato di uno stimolatore che pulsa ultrasuoni che promette di ridurre i tempi di guarigione delle ossa fratturate fino al 38%.


Il nuovo dispositivo si chiama “Osteoid” ed è valso al suo progettista, il designer turco Deniz Karasahin, la vittoria del concorso internazionale “A Design Award and Competition”. termoplastica
Il calco in termoplastica risulta molto preciso perché realizzato tramite la scansione dell’arto interessato dalla frattura e, oltre a essere più leggero di un usuale gesso è anche più comodo perché può essere sfilato in qualsiasi momento.

Stando a quanto afferma l’ideatore, grazie allo stimolatore a ultrasuoni annesso il dispositivo sarebbe in grado di ridurre i tempi di guarigione di una frattura indossandolo anche solo per venti minuti al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi