Tumori della pelle: uomini più p…

Scoperte le basi della ma…

I semplici collutori hanno alcun…

Due ingredienti molto com…

Dalla Gabbia al Cielo: storie di…

Difficoltà nella vita quo…

Alzheimer: un nuovo esame del sa…

Ricercatori spagnoli …

Tolleranza batterica: svelato il…

Sopravvivere agli antibio…

Vescicole sinaptiche: la velocit…

Le vescicole sinaptiche v…

Diabete di tipo 2: scoperta una …

Un gruppo di scienziati d…

150 convegni in tutta Italia per…

Assogenerici, al via la…

Cancro alla prostata: probabile …

Due tipi di virus collega…

Il #Parkinson 'in vitro'

Riprodotte in laboratorio…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sensore contro piaghe da sfregamento delle protesi degli arti

Sviluppato un nuovo tipo di sensore della pressione – chiamato “second skin”, seconda pelle – che potrebbe aiutare a prevenire le piaghe dolorose.


La tecnologia e’ stata sviluppata inizialmente per aiutare le persone con arti amputati ad alleviare le sofferenze da sfregamento contro le protesi. protesi_ancaMa se il progetto della Southampton University, nel Regno Unito, avra’ successo i sensori potranno essere utilizzati anche per i diversamente abili sulle sedie a rotelle e gli individui costretti a letto. La tecnologia, riporta la BBC, potrebbe essere disponibile nel Regno Unito entro tre anni e consiste di un sensore sottile e flessibile, grande come un piccolo francobollo d’oro. Il sensore e’ inserito in una sorta di calzino imbottito che si applica tra l’arto artificiale e la parte del corpo a contatto. Il meccanismo invia informazioni a medici e addetti ai lavori che possono cosi’ monitorare i picchi di pressione e stress che emergono quando il paziente cammina, suggerendo eventuali e necessarie modifiche per evitare dolori e disagi.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x