Da Catanzaro una nuova tecnica c…

[caption id="attachment_5…

Lo strano caso del polpo con l'e…

[caption id="attachment_4…

Dal regno animale: "No sex...ple…

[caption id="attachment_3…

Come il dolore incide sul compor…

Una specifica regione del…

Antibiotico anti-acne stana e co…

[caption id="attachment_6…

Vaccino HPV: secondo l'esperto v…

E' il solo tumore che sap…

Cellule staminali contro malatti…

In Giappone la prima sp…

Sguardo limpido e occhi bianchi:…

Con qualche bistecca in m…

Come il cervello corregge "il ti…

Quando siamo tristi, il m…

Calvizie: agire prima della "tab…

Se i capelli sono “in cad…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sensore contro piaghe da sfregamento delle protesi degli arti

Sviluppato un nuovo tipo di sensore della pressione – chiamato “second skin”, seconda pelle – che potrebbe aiutare a prevenire le piaghe dolorose.


La tecnologia e’ stata sviluppata inizialmente per aiutare le persone con arti amputati ad alleviare le sofferenze da sfregamento contro le protesi. protesi_ancaMa se il progetto della Southampton University, nel Regno Unito, avra’ successo i sensori potranno essere utilizzati anche per i diversamente abili sulle sedie a rotelle e gli individui costretti a letto. La tecnologia, riporta la BBC, potrebbe essere disponibile nel Regno Unito entro tre anni e consiste di un sensore sottile e flessibile, grande come un piccolo francobollo d’oro. Il sensore e’ inserito in una sorta di calzino imbottito che si applica tra l’arto artificiale e la parte del corpo a contatto. Il meccanismo invia informazioni a medici e addetti ai lavori che possono cosi’ monitorare i picchi di pressione e stress che emergono quando il paziente cammina, suggerendo eventuali e necessarie modifiche per evitare dolori e disagi.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!