Artrite reumatoide: dolore croni…

Rinunciare alla maternita…

Magnesio contro il declino cogni…

Mentre una carenza di mag…

Arto rotto: il cervello inizia s…

Braccio destro ingessato …

Campagna invito donazione cordon…

Ancora 48 mila unità di s…

Le statine, e l'azione inibente …

Le statine ipocolesterole…

L'appetito regolato dalle cellul…

Producendo una particolar…

Un inaspettato doppio controllo …

[caption id="attachment_7…

Tè verde contro tumori della pel…

Da un estratto di tè verd…

"Faccia da Toast" - Un laborator…

26 settembre 2014 ore 13,…

Neurofibromatosi: passi avanti n…

Un team di ricercatori pr…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

“Biciclette contro il dolore”: i professionisti della Sanità tornano in gruppo per una volata contro la sofferenza inutile

grunenthalMedici, farmacisti e terapisti del dolore si possono già iscrivere alla pedalata
non competitiva che mira a sensibilizzare i cittadini sul diritto a non soffrire

Milano, 03 giugno 2014 – Sono aperte le iscrizioni alla seconda edizione di “Biciclette contro il dolore”, la pedalata non competitiva di solidarietà, riservata a medici, farmacisti e operatori sanitari, che tira la volata – è il caso di dirlo – alla Giornata Mondiale “Cento Città contro il dolore”.

L’appuntamento, per tutti i professionisti della Sanità appassionati delle due ruote, è anche per quest’anno a Calestano, in provincia di Parma, sabato 6 settembre. Per iscriversi è sufficiente collegarsi al sito della Fondazione ISAL (http://www.fondazioneisal.it/) e compilare l’apposito modulo online.

La carovana di amici e colleghi – sempre in gruppo contro il dolore, poiché la corsa non è competitiva – ripercorrerà i classici tornanti di Piantonia: due i percorsi di quest’anno, a scelta, da 65 o da 82 chilometri, sul tracciato della prima edizione della Mille Miglia. Obiettivo, ancora una volta, è coinvolgere direttamente i protagonisti della ‘Salute’ nel ricordare ai cittadini il proprio diritto a non soffrire e veder trattato il dolore come una vera malattia.

Organizzata dalla Fondazione ISAL con il contributo incondizionato di Grünenthal Italia, la manifestazione sportiva è dedicata ad Antonio Gatti e Filippo Bellinghieri, due terapisti del dolore recentemente scomparsi.

Il Gruppo Grünenthal è un’organizzazione indipendente, a conduzione familiare a carattere internazionale di ricerca farmaceutica con sede ad Aquisgrana, in Germania. Forte della sua posizione unica nel trattamento del  dolore, ha come obiettivo quello di diventare l’azienda leader nell’innovazione terapeutica mantenendo sempre al centro le esigenze del paziente. Complessivamente, il Gruppo Grünenthal ha filiali in 25 paesi in tutto il mondo. Grünenthal è una delle cinque compagnie in Germania che ancora investe in progetti di ricerca e sviluppo. Questi investimenti rappresentano circa il 27% del fatturato del 2013. La strategia di  ricerca e sviluppo in Grünenthal si concentra su aree terapeutiche selezionate e su tecnologie all’avanguardia.

Grünenthal si focalizza principalmente sulla ricerca di nuovi trattamenti per il dolore, più efficaci e con sempre meno effetti collaterali. I prodotti Grünenthal sono venduti in oltre 155 paesi e circa. 4.400 sono i dipendenti che lavorano  per il Gruppo  a livello globale. Nel 2013, Grünenthal ha raggiunto un fatturato di circa 901 milioni di €. Per maggiori informazioni: www.grunenthal.com.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!