Helicobacter pylori: alla base d…

L'infezione causata dall'…

Super-batterio: ancora polemiche…

[caption id="attachment_9…

Alzheimer: coinvolti cinque nuov…

Potrebbe rivelarsi un pas…

AUTUNNO: INFLUENZA IN ARRIVO? CO…

GUNA promuove la campagna…

Nasce il Neonatal Network della …

In occasione del XX Congr…

Genetica: nuovo modello chiarisc…

Il codice genetico può fo…

Atassia di Friedrich, al via spe…

Parere favorevole dell’AI…

Identificato il gene della sordi…

[caption id="attachment_6…

Un Hard Disk genetico, e libri s…

Il Dna è la molecola sull…

Cancro alla vescica: il marker g…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mucca pazza, o Malattia di Creutzfeldt-Jakob, test individua il morbo

Un nuovo test del sangue ha mostrato di riuscire a evidenziare proteine malformate che sono legate alla forma umana del morbo della mucca pazza, la malattia di Creutzfeldt-Jakob (vCJD).


Gli scienziati hanno sviluppato un test ematico sperimentale che permette di cercare i prioni in campioni di sangue di persone e animali nei primissimi stadi della malattia, che sono asintomatici.- Lo studio e’ opera di Olivier Andreoletti della Scuola Veterinaria di Tolosa, Francia.  Gli esperimenti condotti hanno mostrato che la nuova tecnica diagnostica puo’ riconoscere la malattia in pecore infette e macachi privi di sintomi. I macachi sono considerati i migliori modelli animali per la vCJD negli umani.

I ricercatori hanno accertato che il test e’ in grado di riconoscere la presenza della malattia nel sangue poco dopo l’infezione iniziale, e molti anni prima dell’insorgenza dei primi sintomi della patologia anche esaminando piccolissime quantita’ di sangue, pari a 0,05 microlitri.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi