Tumori: provocati uno su 40 da e…

In almeno un caso su 40 i…

Le sigarette veicolano ceppi bat…

Le sigarette sono "ampiam…

Tumore ovarico, i poteri di miR-…

Nei casi di tumore ovaric…

Lipoproteina: si aggiunge alla l…

[caption id="attachment_6…

Trapianto di polmone da donatore…

Primo trapianto in Italia…

Il melanoma diagnosticato con un…

[caption id="attachment_9…

L'Alzheimer, si "tramanda" da ne…

Le proteine 'tossiche' al…

Visite ai malati non-stop e repa…

  Oltre a curare al megli…

Un gene alla regia del vivere sa…

[caption id="attachment_5…

Le lesioni parziali del midollo:…

Imparare a controllare i …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mucca pazza, o Malattia di Creutzfeldt-Jakob, test individua il morbo

Un nuovo test del sangue ha mostrato di riuscire a evidenziare proteine malformate che sono legate alla forma umana del morbo della mucca pazza, la malattia di Creutzfeldt-Jakob (vCJD).


Gli scienziati hanno sviluppato un test ematico sperimentale che permette di cercare i prioni in campioni di sangue di persone e animali nei primissimi stadi della malattia, che sono asintomatici.- Lo studio e’ opera di Olivier Andreoletti della Scuola Veterinaria di Tolosa, Francia.  Gli esperimenti condotti hanno mostrato che la nuova tecnica diagnostica puo’ riconoscere la malattia in pecore infette e macachi privi di sintomi. I macachi sono considerati i migliori modelli animali per la vCJD negli umani.

I ricercatori hanno accertato che il test e’ in grado di riconoscere la presenza della malattia nel sangue poco dopo l’infezione iniziale, e molti anni prima dell’insorgenza dei primi sintomi della patologia anche esaminando piccolissime quantita’ di sangue, pari a 0,05 microlitri.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!