Ru486: rende la pratica dell'abo…

"E' possibile usare la Ru…

ALZHEIMER, UN NUOVO TEST LO INDI…

[caption id="attachment_1…

HPV: i disinfettanti "da ospedal…

I disinfettanti comunemen…

Biosensori, rilevatori di DNA, p…

Grazie a 3,8 miliardi di …

Carcinoma polmonare: Afatinib tr…

Afatinib (BIBW 2992*), in…

Epatite C: prossima definitiva c…

''Nei prossimi anni conti…

Erbicida atrazina e fertilità: s…

Un nuovo studio internazi…

Fibrosi dei tessuti: piccola pro…

Una piccola proteina chia…

Dolore peri e post chirurgico: s…

Tra i vari argomenti disc…

Patologie cardiovascolari e risc…

La fibrillazione atrial…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Diabete di tipo 2: incidenza maggiore se stress al lavoro

Stressarsi a lavoro potrebbe aumentare del 45 per cento il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, anche se non si e’ in sovrappeso.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio dell’Institute of Epidemiology di Monaco, pubblicato sulla rivista Psychosomatic Medicine.  Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno seguito 5.337 uomini e donne di eta’ compresa tra i 29 e i 66 anni che lavorano a tempo pieno. Nel corso di un periodo di 12 anni, quasi 300 soggetti, precedentemente in buona salute, hanno sviluppato il diabete di tipo 2. Oltre all’indice di massa corporea e la storia medica familiare, i ricercatori hanno indagato sui livelli di stress sul lavoro.

Dai risultati e’ emerso che i soggetti maggiormente stressati a lavoro, a prescindere dal proprio indice di massa corporea, hanno piu’ probabilita’ di ammalarsi di diabete. Non e’ chiaro il perche’ di questo legame tra stress a lavoro e diabete di tipo 2, ma i ricercatori ipotizzano che la costante esposizione a elevati livelli di ormoni dello stress possa danneggiare l’equilibrio del glucosio nel corpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi