Alzheimer e memoria semantica: l…

[caption id="attachment_1…

La qualità del sonno migliora co…

Un nuovo studio statunit…

Alzheimer: funziona la prevenzio…

La somministrazione prolu…

Protesi neuromuscolari: possibil…

L'intenzione di movimento…

Arrivano gli stent per i restrin…

Buone notizie per i pazie…

Osservatorioinfluenza.it si rinn…

Una sezione dettagliata s…

Dal colesterolo una speranza con…

[caption id="attachm…

Sindrome di Marfan: un 'paziente…

Si deve alla 'testardaggi…

"L'ho già visto!" - Scienziati s…

Il suono di una voce che …

SLA: un errore nella formazione …

Un errore nella formazion…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Organo di topo da cellule staminali coltivate in laboratorio

Per la prima volta dei ricercatori scozzesi sono riusciti a sviluppare un organo di topo utilizzando completamente delle cellule staminali coltivate in laboratorio.

Gli scienziati dell’Universita’ di Edimburgo hanno preso delle cellule di un embrione di topo e le hanno fatti ingrandire fino a trasformarle in timo, un organo del sistema immunitario che produce le cellule immunitarie chiamate linfociti T.
Questo timo ha poi svolto la propria funzione. E’ la prima volta che degli scienziati hanno messo a punto un organo vivente a partire da cellule create in laboratorio. E lo hanno fatto dopo essersi assicurati che il loro sviluppo non fosse incontrollato e rappresentasse il rischio di un cancro.
Si tratta di una importante tappa, ma per il capo dei ricercatori Rob Buckle “c’e’ ancora molto lavoro prima che questo possa essere utilizzato in modo sicuro e sotto ogni controllo per l’essere umano”.
Lo studio e’ stato pubblicato sulla rivista “Nature Cell Biology”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!