Tosse: individuato un nuovo rece…

[caption id="attachment_1…

Broncopneumopatia Cronica Ostrut…

In prossimità della XIII …

Scoperta molecola che contrasta …

Scoperta una molecola in …

Disturbi metabolici e obesità: i…

Non solo la passione per…

Smettere di fumare: una "scossa"…

Dallo yoga all'agopuntura…

Cancro ai polmoni: scoperto un p…

Alcuni tumori al polm…

Ultima gravidanza in tarda età a…

Avere figli piu' tardi ne…

OSTEOPOROSI: POSSIBILE CONTRASTA…

I consigli dei medici nel…

L’Umbria all’avanguardia nella p…

Sabato 14 febbraio parte …

Celeste conclude il ciclo di ter…

Nel giorno in cui la picc…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Allarme melanoma: casi raddoppiati in 10 anni

E’ allarme melanoma nel nostropaese: in dieci anni i casi sono raddoppiati, passando dai meno di 6.000 casi nel 2004 agli 11.000 mila nuovi casi previsti nel 2014 (erano 7000 nel 2010, 10.500 nel 2013).


Gli under 40 sono fra i piu’ colpiti: il 20% dei casi e’ riscontrato in pazienti di eta’ compresa fra 15 e 39 anni. E, per sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della prevenzione, la Fondazione Melanoma e la Scuola Italiana di Comix hanno realizzato una nuova edizione del fumetto dark “Le avventure di Neo”, che verra’ distribuito fra settembre e ottobre nelle scuole superiori del Mezzogiorno. La pubblicazione e’ scaricabile anche dal sito internet della Fondazione (www.fondazionemelanoma.org). “Vogliamo utilizzare nuovi linguaggi per raggiungere tutti i cittadini – spiega il prof.
Paolo Ascierto, presidente della Fondazione Melanoma, in un incontro con i giornalisti all’Istituto ‘Pascale’ di Napoli -.
Dopo l’estate diventa ancora piu’ importante controllare i nei.melanoma
Il melanoma e’ la seconda piu’ comune diagnosi di tumore nelle donne under 40 e la terza negli uomini in questa fascia di eta’. Inoltre va ricordato che le scottature solari gravi, in eta’ infantile e durante l’adolescenza, triplicano il rischio di melanoma in eta’ adulta, ma solo un terzo dei giovani protegge la pelle dall’esposizione eccessiva ai raggi UV.

Grazie alle campagne di sensibilizzazione condotte anche dalla nostra Fondazione, oggi in sette casi su dieci la malattia e’ individuata in fase iniziale. In autunno infatti registriamo un aumento delle visite nei nostri ambulatori per il controllo dei segni sospetti sulla pelle. Il cambiamento nella forma, dimensione o colore di un neo rappresenta un segnale d’allarme da non sottovalutare. In passato vi era scarsa consapevolezza tra i cittadini sui rischi legati all’esposizione indiscriminata al sole e all’uso dei lettini solari. Oggi non e’ piu’ cosi'”. Nel fumetto sono illustrate da un lato le vicende del mondo reale con la storia di Giacomo, un ragazzo a cui e’ stata diagnosticata la malattia.

Dall’altro, le avventure di Neo e Melani’ all’interno del corpo di Giacomo, personificato dall’immaginaria “Derma City”, dove l’investigatore T indaga e sconfigge i colpevoli, i geni BRAF e MEK. “Abbiamo a disposizione diverse strategie per condurre la guerra a questo tipo di tumore che spaziano dalle tecnologie per la diagnosi al perfezionamento delle tecniche chirurgiche, fino allo sviluppo della ricerca farmacologica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: