Lettera Esperti a Ministro Loren…

Riceviamo e pubblichiamo …

Autismo: 'scagionati' quasi del …

[caption id="attachme…

Un Cannabinoide, molecola del pi…

Il tartufo, in particolar…

Fumo in gravidanza: mina la futu…

Esporre il feto al fu…

Dieta: quale circolo vizioso nel…

In chi e' obeso si in…

Una proteina che attiva gli sper…

Si chiama PLCz e avvia un…

La predisposizione molecolare al…

Un nuovo studio fornisce …

Celiachia e gravidanza:l’importa…

Milano, maggio 2014 – La …

Controllare i battiti cardiaci t…

[caption id="attachment_8…

Lupus: chiarimenti sull'insorgen…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cervello: nessuna differenza tra il maschile e il femminile

Dimenticate la teoria secondo la quale gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere. I cervelli di Lui e Lei sono gli stessi.

Ne e’ convinta Gina Rippon, neuroscienziata della Aston University di Birmingham, nel Regno Unito, come riporta un articolo del Daily Mail. Secondo l’esperta, i sessi non sono “cablati” in modi diversi e non vi e’ alcuna prova che gli uomini sappiamo leggere meglio le mappe e che le donne abbiano piu’ capacita’ di multi-tasking.brain_scanner
L’eventuale differenza, sottolinea Rippon, potrebbe esser dovuta all’idea di genere costruita dalla societa’ e non dalla biologia. Per la neuroscienziata si tratterebbe di un’idea pericolosa che starebbe scoraggiando una generazione di donne a diventare scienziate. Rippon e’ convinta che le differenze nel cervello di Lei e Lui si formino nell’infanzia, quando i bambini e le bambine usano giochi diversi conformandosi agli stereotipi.

La scienziata ha detto che il cervello umano e’ molto piu’ malleabile di quanto pensiamo. Come ha evidenziato una ricerca recente, sottolinea Rippon, le donne che giocano al videogame Tetris per tre mesi, subiscono una serie di cambiamenti fondamentali nella loro struttura cerebrale, come una “crescita” nell’area associata alle abilita’ spaziali. “I cervelli di uomini e donne sono molto piu’ simili di quanto siano diversi”, ha detto Rippon.

“Non possiamo davvero permetterci di accettare la visione ‘essenzialista’ che le ragazze non sono interessate alle materie scientifiche e causa di qualche ‘carenza nel cervello'”, ha precisato la scienziata.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!