Nobel per la medicina: assegnato…

Nobel per la Medicina a t…

Monito OMS all’Europa: entro il …

Ad Antalya, Turchia, si c…

Epatite C: Min. Salute intende c…

Con un emendamento alla L…

FOFI e ALLIANCE HEALTHCARE ITALI…

 Altre 14 farmacie d’emer…

Padova: selezione spermatozoi pe…

Un bimbo e' gia' nato e u…

Probiotici ‘amici del cuore’ aiu…

Studi clinici illustrati …

"Faccia da Toast" - Un laborator…

26 settembre 2014 ore 13,…

Tumori: il Veneto prima regione …

Per scoprire un tumor…

La vitamina C efficace se si ass…

[caption id="attachment_1…

Da scarti di pomodori e spremitu…

Nei rifiuti non sono cont…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

A Cagliari i massimi esperti della neurologia italiana per il XLVcongresso nazionale della società italiana di neurologia

SINFino al 14 ottobre verranno presentati i risultati dei più innovativi studi scientifici in campo neurologico 

Cagliari, 12 ottobre 2014 – E’ in corso a Cagliari la XLV edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia (SIN), il consueto appuntamento annuale che fino al 14 ottobre vedrà riuniti i neurologi di tutta Italia in un’importante occasione di confronto ed aggiornamento scientifico sulle principali tematiche neurologiche, dalle malattie neurodegenerative come Parkinson, Alzheimer, Sclerosi Multipla, fino a malattie ad alto impatto sociale quali l’Ictus e l’Epilessia.

A confermare il grande successo di questa 45° edizione gli oltre 1.500 iscritti che potranno partecipare a circa 30 workshop, 22 simposi e 8 corsi di aggiornamento. Inoltre, oggetto di grande interesse le tematiche affrontate in occasione delle 3 sessioni plenarie: Ictus Cerebrale e nuovi trattamenti, Epilessia e nuovi biomarcatori e, infine, cellule staminali come potenziale trattamento delle patologie neurodegenerative.

“Con questa 45° edizione – dichiara il Prof. Aldo Quattrone, Presidente SIN e Rettore dell’Università Magna Graecia di Catanzaro – la SIN conferma il suo storico impegno nel promuovere la formazione e l’aggiornamento di medici e ricercatori altamente qualificati, grazie alla quale è stato possibile compiere enormi passi avanti nella diagnosi e nel trattamento delle patologie neurologiche. Particolare attenzione – prosegue il Prof. Quattrone – è poi dedicata ai giovani neurologi che, in occasioni come questa, hanno sia grandi agevolazioni economiche sia numerose borse di studio per frequentare workshop e corsi di aggiornamento all’interno del Congresso. Crediamo infatti – conclude il Prof. Quattrone – che sia necessario investire sempre di più sulle giovani risorse che rappresentano il futuro di questa tanto affascinante quanto complessa branca della medicina quale è la neurologia.”

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!