SIN per la Sclerosi multipla: gr…

SM e gravidanza: da una r…

Farmacie rurali: gli emendamenti…

Roma, 7dicembre. “Spiace …

Epatite C: sono un milione i cas…

Nuovi farmaci, ingenti c…

Aumentano i casi di TBC farmacor…

Trovato un allarmante num…

Longevità: sono i telomeri a det…

Una  ricerca sul diamante…

Helibacter pylori: parte lo stud…

Un vaccino a base di zucc…

Diabete: scoperto interruttore m…

[caption id="attachment_8…

1 aprile 2016: SECONDA GIORNATA…

Torna la 2° edizione dell…

Il vino rosso alleato del cuore.…

[caption id="attachment_5…

Cardiologia: arriva il primo ste…

Arriva anche in Italia il…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Congresso SIN: annunciato il vincitore della Terza Edizione dell’Award per la migliore pubblicazione scientifica sulla Ricerca Clinica nella Sclerosi Multipla

merck_serono_logo2Roma, 14 ottobre 2014 – La Dottoressa Silvia Rossi è la vincitrice della terza edizione dell’Award per la migliore pubblicazione scientifica sulla ricerca clinica nella Sclerosi Multipla (SM), promosso dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) con il contributo di Merck Serono S.p.A. L’annuncio è stato dato durante il XLV Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia (SIN) che si conclude oggi a Cagliari.

Silvia Rossi, neuroscienziata che ha conseguito nel 2011 il Dottorato in Neuroscienze presso l’Università Tor Vergata di Roma, si aggiudica la terza edizione dell’Award SIN con la pubblicazione dal titolo “Opposite Roles of NMDA Receptors in Relapsing and Primary Progressive Multiple Sclerosis”, pubblicata su PLoS One. 2013 Jun 28;8(6):e67357.

 Lo studio ha indagato il ruolo dei recettori NMDA del glutammato, principale neurotrasmettitore eccitatorio del cervello, responsabile della trasmissione sinaptica e di molte forme di plasticità sinaptica. I recettori NMDA sono formati dalla sub-unità NR1 e da una delle quattro sub-unità NR2. Nell’analisi sono state coinvolte 691 persone con SM che presentavano specifiche varianti nei geni delle sub-unità NR1 e NR2B del recettore del glutammato; l’analisi è stata replicata su un secondo campione di 1548 pazienti. Lo studio ha dimostrato come i recettori del glutammato abbiano un duplice ruolo nei processi di compensazione sinaptica e in quelli neurodegenerativi, e agiscano in maniera opposta nelle forme di Sclerosi Multipla Recidivante Remittente  e in quelle di Sclerosi Multipla Primariamente Progressiva. Lo studio, inoltre, ha fornito dati importanti per l’ottimizzazione di strategie terapeutiche in futuro.

Condotto dalla Dott.ssa Rossi, lo studio è stato coordinato da Diego Centonze, Professore dell’Università Tor Vergata di Roma, in collaborazione con Maria Giovanna Marrosu, Professoressa presso l’Università di Cagliari e Jorge Oksenberg, Professore dell’Università della California.

Il bando, del valore di 10.000 euro, era rivolto a ricercatori con meno di 40 anni, di nazionalità italiana che avessero condotto in Italia la loro ricerca, pubblicata a loro primo nome e recensita nel corso del 2013.

La vincitrice è stata selezionata da un’apposita giuria presieduta dal Professor Aldo Quattrone, Presidente della Società Italiana di Neurologia, dagli esperti della materia, i Professori Giancarlo Comi, Nicola De Stefano, Maria Trojano, Gioacchino Tedeschi e dal Dottor Andrea Visconti, Medical Manager Neurologia, Direzione Medical Affairs di Merck Serono S.p.A. Le numerose richieste pervenute sono state valutate in base alla qualità e alla rilevanza che la pubblicazione ha avuto sull’evoluzione delle conoscenze della malattia.

“In Merck Serono crediamo fortemente nel valore della ricerca e lo dimostra il nostro impegno nel costruire partnership con il mondo accademico – ha dichiarato la D.ssa Alessandra Aloe, Medical Affairs Director di Merck Serono S.p.A. – Questo Award, giunto alla sua terza edizione, è un impegno concreto volto a supportare i giovani ricercatori, a beneficio ultimo delle persone con Sclerosi Multipla, seria patologia neurodegenerativa che compromette la loro qualità di vita”.

Informazioni su Merck Serono

Merck Serono è la divisione biofarmaceutica di Merck. Con sede centrale a Darmstadt, Germania, Merck Serono offre, in 150 Paesi, prodotti all’avanguardia in oncologia, sclerosi multipla, infertilità, disfunzioni endocrine e del metabolismo, oltre che in patologie cardiometaboliche. Negli Stati Uniti e in Canada Merck Serono opera con proprie affiliate con la denominazione EMD Serono.

Merck Serono ricerca, sviluppa, produce e commercializza farmaci da prescrizione di origine chimica o biotecnologica in indicazioni specialistiche. L’Azienda è fortemente impegnata nello sviluppare nuovi trattamenti nelle proprie aree terapeutiche d’elezione: neurologia, oncologia, immuno-oncologia e immunologia.

Informazioni sul Gruppo Merck

Merck è un’azienda leader specializzata in prodotti innovativi, ad alta qualità e tecnologia, nei settori chimico e farmaceutico. Nel 2013 Merck ha generato vendite per 11,1 miliardi di Euro nelle sue quattro divisioni: Merck Serono, Consumer Health, Performance Materials e Merck Millipore. Circa 39.000 dipendenti Merck operano in 66 paesi per migliorare la qualità della vita dei pazienti, favorire il successo dei  clienti ed aiutare a rispondere alle sfide globali.

Merck è la società farmaceutica e chimica più antica al mondo. Sin dal 1668 Merck vuol dire innovazione, successo imprenditoriale e responsabilità sociale. Ancora oggi, con una partecipazione pari a circa il 70%, la famiglia fondatrice detiene la quota di maggioranza della Società. Merck (Darmstadt, Germania), detiene i diritti globali sul nome e marchio Merck. Le solo eccezioni sono costituite da Canada e Stati Uniti, dove la Società è presente come EMD.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!