Tumore al pancreas: è italiana l…

[caption id="attachme…

Uova in gestazione, prevengono d…

L’assunzione di colina, l…

Autismo: metà cause genetiche, m…

La ricerca del Karolinska…

Tacchi alti: il dolore alle arti…

In dieci anni e' piu' ch…

Tumore da esposizione all'amiant…

La nuova metodica ovviere…

Cellule staminali: il segreto de…

Svelato il segreto ch…

Obesità: per prevenirla dedicare…

Per dimagrire non e' nece…

Dimostrata la connessione tra la…

[caption id="attachme…

Sclerosi multipla e il futuro ne…

Nel convegno mondiale Acr…

Epidemia da meningite fungina: n…

Diagnosticati nelle ultim…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Pneumococco: bambini e adolescenti portatori per l’85%

Ben il 50 per cento dei bambini in eta’ scolare e il 30-35 per cento degli adolescenti, pur vaccinato nel primo anno di vita, e’ portatore di alcuni sierotipi di pneumococco contenuti nei vaccini che avevano ricevuto.


Questo e’ uno dei dati emersi nel corso del 33esimo congresso di antibioticoterapia in eta’ pediatrica, che si conclude domani a Milano.  Questi dati “inducono a riaprire il problema – ha riferito Susanna Esposito, presidente della Societa’ Italiana di Infettivologia Pediatrica (Sitip) – della possibilita’ di diffusione di pneumococchi da parte del bambino in eta’ scolare e dell’adolescente anche senza fattori di rischio e, di conseguenza, dell’utilita’ di richiami di PCV13 anche al di la’ dei 5 anni”.

Nei soggetti di eta’ maggiore di 5 anni con patologie di base favorenti le infezioni pneumococciche, l’indicazione all’uso di PCV13 e’, invece, fortemente raccomandata considerando che la gran parte di questi soggetti e’ effettivamente a rischio piu’ elevato del normale di malattie pneumococciche.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi