Tumori: la fluorescenza segnaler…

Le cellule cancerose resi…

Autismo: un farmaco anticancro p…

Un nuovo farmaco sperimen…

Perdita dell'udito e sensibilità…

Un team di ricercatori eu…

Ictus: nelle donne quattro ore c…

Le donne che camminano al…

Anche in Italia Cool.click2, nuo…

Roma,  18 marzo 2010 – Me…

La prima molecola sperimentale i…

La prima molecola sperime…

Via libera del nice a rifaximina…

Ulteriore riconoscimento …

Cancro alla prostata: scoperta u…

La mutazione di un ge…

Sette anni di vita in più se si …

Una camminata vivace di 2…

Neutrofili: italiani svelano la …

Soldati deputati alla d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer, un’iniezione a settimana per prevenirlo

Un’iniezione settimanale potrebbe prevenire l’insorgenza del morbo d’Alzheimer.


Gli scienziati della societa’ di biotecnologie Genetech Inc, a San Francisco, hanno scoperto un nuovo sistema per bloccare la formazione delle placche beta-amiloide, collegate alla malattia. A descriverlo e’ stata la rivista Science Translational Medicine.proteine-alzheimer
“Attaccando” una speciale proteina, chiamata “transferrina”, agli anticorpi e’ possibile superare la barriera emato-encefalica che fino ad oggi ha ostacolato il passaggio di potenziali farmaci contro la demenza. In questo modo, secondo gli scienziati, gli anticorpi possono attaccare le placche di beta-amiloide, prevenendo l’Alzheimer. Il trattamento e’ stato sperimentato con successo sulle scimmie. Ora i ricercatori contano di passare alla sperimentazione umana.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!