Globuli rossi: individuati i gen…

Un'estesa metanalisi, seg…

Il mondo 'maschilista' delle dro…

[caption id="attachment_3…

Distrofia di ullrich, più vicino…

[caption id="attachment_1…

Cellule staminali prelevate dal …

Preziose cellule stamin…

Isolare i neuroni deputati alla …

Uno studio sui topi dimos…

Melanoma: un microscopio dalla G…

Un team di ricercatori te…

La dieta del sondino "tricolore"…

La dieta del sondino 'ma…

Disfunzione erettile: per l'auto…

[caption id="attachment_7…

Cancro al seno: la notizia buona…

Il tumore del seno fa…

Pacemaker wireless: prove tecnic…

Un gruppo di scienziati d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer, un’iniezione a settimana per prevenirlo

Un’iniezione settimanale potrebbe prevenire l’insorgenza del morbo d’Alzheimer.


Gli scienziati della societa’ di biotecnologie Genetech Inc, a San Francisco, hanno scoperto un nuovo sistema per bloccare la formazione delle placche beta-amiloide, collegate alla malattia. A descriverlo e’ stata la rivista Science Translational Medicine.proteine-alzheimer
“Attaccando” una speciale proteina, chiamata “transferrina”, agli anticorpi e’ possibile superare la barriera emato-encefalica che fino ad oggi ha ostacolato il passaggio di potenziali farmaci contro la demenza. In questo modo, secondo gli scienziati, gli anticorpi possono attaccare le placche di beta-amiloide, prevenendo l’Alzheimer. Il trattamento e’ stato sperimentato con successo sulle scimmie. Ora i ricercatori contano di passare alla sperimentazione umana.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi