Sentimentale, omosessuale o eter…

Che si tratti di uomini o…

La vera causa della morte di Tut…

[caption id="attachment_6…

Talassemia: terapia genica porta…

[caption id="attachment_7…

La mappatura del genoma sul codi…

[caption id="attachment_8…

L'olfatto dei cani in grado di f…

Grazie alla sensibili…

19 Maggio: giornata mondiale del…

Una persona su 12 nel mon…

Sanofi: quinto appuntamento "Leg…

A lanciare nuove prop…

Nascituri pretermine a rischio a…

I bambini che sono nati p…

Eternit: perché è "killer".

Asbesto, asbestosi. Parol…

Ictus: ipotermia immediata indot…

Mettere il cervello di un…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer, un’iniezione a settimana per prevenirlo

Un’iniezione settimanale potrebbe prevenire l’insorgenza del morbo d’Alzheimer.


Gli scienziati della societa’ di biotecnologie Genetech Inc, a San Francisco, hanno scoperto un nuovo sistema per bloccare la formazione delle placche beta-amiloide, collegate alla malattia. A descriverlo e’ stata la rivista Science Translational Medicine.proteine-alzheimer
“Attaccando” una speciale proteina, chiamata “transferrina”, agli anticorpi e’ possibile superare la barriera emato-encefalica che fino ad oggi ha ostacolato il passaggio di potenziali farmaci contro la demenza. In questo modo, secondo gli scienziati, gli anticorpi possono attaccare le placche di beta-amiloide, prevenendo l’Alzheimer. Il trattamento e’ stato sperimentato con successo sulle scimmie. Ora i ricercatori contano di passare alla sperimentazione umana.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x