Cuore infartuato si ripara con i…

Piccole molecole di RNA (…

Incostituzionalità del divieto d…

“Siamo ora pronti a prose…

Il disagio dell’incontinenza si …

L’importante è non nascon…

I produttori europei di equivale…

Solo attraverso una pol…

Alti livelli di uno specifico or…

Alti livelli di uno speci…

Tumore al pancreas: nuovo metodo…

Un gruppo di ricercatori …

Autostima: la prima cura prevent…

Avere fiducia in se stess…

Cervello: prima volta mappata l'…

Un nuovo studio effettuat…

Innovazione in contraccezione Zo…

Una nuova pillola anticon…

Virus Emergenti, il ritorno di p…

Milano, 30 maggio 2013 – …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer, un’iniezione a settimana per prevenirlo

Un’iniezione settimanale potrebbe prevenire l’insorgenza del morbo d’Alzheimer.


Gli scienziati della societa’ di biotecnologie Genetech Inc, a San Francisco, hanno scoperto un nuovo sistema per bloccare la formazione delle placche beta-amiloide, collegate alla malattia. A descriverlo e’ stata la rivista Science Translational Medicine.proteine-alzheimer
“Attaccando” una speciale proteina, chiamata “transferrina”, agli anticorpi e’ possibile superare la barriera emato-encefalica che fino ad oggi ha ostacolato il passaggio di potenziali farmaci contro la demenza. In questo modo, secondo gli scienziati, gli anticorpi possono attaccare le placche di beta-amiloide, prevenendo l’Alzheimer. Il trattamento e’ stato sperimentato con successo sulle scimmie. Ora i ricercatori contano di passare alla sperimentazione umana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi