Dal Carlo Besta di Milano partir…

[caption id="attachment_6…

SLA: ad avvelenare i neuroni, un…

E' alla base della fo…

Tumore alla prostata: sopravvalu…

Nuovi dati emersi da un a…

Retina: per ripararla, cellule s…

Dalle cellule staminali d…

Vegetariani: un corretto stile a…

Milano, 14 aprile 2015 - …

Linfoma: un gene chiave implicat…

I risultati di una nuova …

Metodo Stamina bocciato dal Mini…

Il ministro della salute …

Gli avvolgimenti anomali delle p…

[caption id="attachme…

Macroalghe: alimento ottimo cont…

Un piatto di alghe a cena…

Cancro alla prostata: il vaccino…

Un trattamento che utili…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer, un’iniezione a settimana per prevenirlo

Un’iniezione settimanale potrebbe prevenire l’insorgenza del morbo d’Alzheimer.


Gli scienziati della societa’ di biotecnologie Genetech Inc, a San Francisco, hanno scoperto un nuovo sistema per bloccare la formazione delle placche beta-amiloide, collegate alla malattia. A descriverlo e’ stata la rivista Science Translational Medicine.proteine-alzheimer
“Attaccando” una speciale proteina, chiamata “transferrina”, agli anticorpi e’ possibile superare la barriera emato-encefalica che fino ad oggi ha ostacolato il passaggio di potenziali farmaci contro la demenza. In questo modo, secondo gli scienziati, gli anticorpi possono attaccare le placche di beta-amiloide, prevenendo l’Alzheimer. Il trattamento e’ stato sperimentato con successo sulle scimmie. Ora i ricercatori contano di passare alla sperimentazione umana.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x