Malattie uomo-donna: differenze …

ROMA - L'ansia e la depre…

E’ nata WAIDID, l'Associazione M…

il debutto al Summit di…

Misurazioni cerebrali: ricercato…

I ricercatori in Finlandi…

Il processo di generazione di nu…

[caption id="attachment_2…

Abiraterone acetato: aumenta sig…

[caption id="attachme…

Ottenuta albumina umana da chicc…

Un team di ricercatori ci…

Calcoli alla colecisti, un probl…

Calcoli alla colecisti, u…

Nelle insuline ‘con il cervello’…

Le ultime ricerche vann…

Cancro al fegato: vaccino vaiolo…

- Un farmaco ottenuto d…

Presbiopia: si può curare col la…

Mantenere giovane la vist…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nascita Prematura: Il 17 Novembre ‘H-Open Day’ In 75 Ospedali Con I Bollini Rosa

ondaOgni anno, in Italia, nascono 50.000 bambini pretermine. L’iniziativa di informazione e sensibilizzazione, promossa da O.N.Da in occasione della Giornata mondiale della prematurità, prevede convegni, visite mediche, esami gratuiti nei principali centri “a misura di donna”

Milano, 10 novembre 2014 – L’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da), in collaborazione con 75 ospedali premiati con i Bollini Rosa, organizza per il prossimo 17 Novembre, in occasione della Giornata mondiale della prematurità, il primo H-Open Day nazionale, con l’obiettivo di informare e sensibilizzare le donne sulle strategie di contenimento dei rischi correlati alla nascita pretermine e alle conseguenti complicanze.

L’iniziativa, realizzata con il patrocinio della Società Italiana di Neonatologia e dell’Associazione Vivere onlus, grazie al contributo liberale di AbbVie, prevede negli ospedali aderenti convegni, consulenze mediche ed esami gratuiti.

“In Italia, ogni anno nascono circa 50.000 bambini prematuri, esposti al rischio di complicanze a breve e lungo termine, soprattutto infettive, neurologiche e respiratorie e pertanto bisognosi, sin dai primi giorni, di cure altamente specializzate, coordinate da un team multidisciplinare”, afferma la Presidente di O.N.Da, Francesca Merzagora. “Mentre nei Paesi poveri le cause sono da ricondurre più frequentemente a malattie infettive, alle carenze assistenziali e alle drammatiche condizioni igienico-sanitarie, in quelli ad alto reddito all’origine del problema vi sono spesso l’aumento dell’età materna e il maggior ricorso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita, che in molti casi esitano in gravidanze plurigemellari.”.

 

“L’iniziativa dell’H-Open Day – aggiunge la dottoressa Nicoletta Orthmann, Referente medico-scientifico di O.N.Da che coordiniamo quest’anno per la prima volta a livello nazionale ha come obiettivo quello di accompagnare le donne nei centri di riferimento della loro città, per ricevere un’assistenza appropriata. Una nascita prematura, infatti, coglie sempre impreparati i genitori e incide profondamente sulla vita personale, di coppia e familiare. Risulta allora fondamentale il coinvolgimento attivo della mamma, in particolare, e anche del papà nei processi di cura e assistenza del neonato, al fine di acquisire le competenze non solo di ordine pratico ma anche emotive”.

 

A completamento dell’iniziativa, si terrà lunedì 17 novembre, a Milano, il convegno aperto al pubblico “La nascita prematura” (Ore 10.00, Palazzo della Regione, Sala Pirelli, Via Fabio Filzi 22).Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.bollinirosa.it, telefonando allo 02/29015286 o scrivendo una e-mail a openday@ondaosservatorio.it.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!