Linagliptin riduce in modo signi…

I risultati degli studi…

Mele: i pediatri vigilano sull'a…

A Roma il 16 Febbraio 201…

Frammenti del virus HPV contenut…

[caption id="attachment_6…

Oncofertilità nei centri pubblic…

Nella capitale l’avvi…

"Adulti e vaccinati" - Gli espe…

Censis: la polmonite an…

Il gene Notch: un terzo dei tumo…

MILANO - Si chiama Notch …

Test AIDS: scienziati del CER ne…

Due ricercatori finanziat…

Malattie Sessualmente Trasmissib…

Secondo una recente indag…

Il circuito cerebrale che ti def…

L'apprendimento e il rico…

I macachi, che solidarizzano nel…

La consolazione spontane…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cervello: riscontrate anomalie in giovani giocatori di football americano

Il cervello di alcuni adolescenti subisce cambiamenti, simili agli effetti provocati da un lieve trauma cranico, dopo aver giocato a football americano anche solo una stagione e anche senza aver avuto traumi cranici.


A scoprilo e’ stato uno studio del Wake Forest Baptist Medical Centre, nel North Carolina, presentato alla Radiological Society of North America. Negli ultimi anni, una serie di report hanno avvertito che il cosiddetto “sport di contatto” puo’ avere effetti sui giovani e sullo sviluppo del loro cervello.brain_traumas In genere, questi studi tendono a concentrarsi sui cambiamenti cerebrali a seguito di uno scontro. Ma questo nuovo studio si e’ focalizzato sui cambiamenti del cervello anche quando i giocatori non hanno subito commozioni cerebrali.


Tramite una serie di scansioni cerebrali, effettuate prima dell’inizio della stagione e poi alla fine, i ricercatori sono stati in grado di identificare lievi modifiche nella materia bianca del cervello. La materia bianca contiene milioni di fibre nervose che fungono da “cavi” di comunicazione tra le regioni del cervello. Cosa questi cambiamenti comportano sul lungo periodo rimane ancora un mistero su cui ora gli scienziati hanno deciso di indagare a fondo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi