Miopia: esplosione di casi tra g…

In Italia la percentuale …

Merck Serono ha presentato la do…

L’estensione dell’indi…

MENO RISCHI CON "NUOVA" RISONANZ…

[caption id="attachment_8…

Nessun incremento significativo …

Lo confermano i dati …

Nuove scoperte per migliorare la…

[caption id="attachment_8…

Come funzionerebbero le Cellule…

[caption id="attachment_8…

Ovaio policistico, possibile all…

Le donne in eta' riprodut…

Il disagio dell’incontinenza si …

L’importante è non nascon…

L’impatto sociale del dolore cro…

Una piattaforma internazi…

Contro l'Atrofia Muscolare Spina…

Certe malattie sono causa…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

All’insonnia è legata la mortalità precoce

La persistente mancanza di sonno potrebbe portare alla morte precocemente.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio della University of Arizona pubblicato sull’American Journal of Medicine. Lo studio ha preso in considerazione un periodo di 40 anni ed ha esaminato gli effetti a lungo termine dell’insonnia. L’insonnia persistente, cioe’ che dura da piu’ di sei anni, e’ stata collegato a un aumento del 58 per cento del rischio di morte.insonnia
La mancanza di sonno cronica e’ stata inoltre associata a elevati livelli di infiammazione nel sangue, a loro volta legati a diabete, obesita’, cancro, demenza, depressione e malattie cardiache.

“Una migliore comprensione dell’associazione tra insonnia cronica e morte potrebbe dare informazioni utili per il trattamento della popolazione a rischio”, ha concluso Sairam Parthasarathy, autore principale dello studio.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi