Nuovo modello di Danio rerio con…

[caption id="attachment_1…

Ricerca evidenzia correlazioni t…

Circa il 10% di tutte le …

Cetuximab: nuove conferme nel tr…

·         I nuovi risul…

Cancro colon-retto: diagnosi pre…

Insieme alle neoplasie de…

Cannabis e terapia del dolore: …

All’interno del convegno …

Pillola antirughe che mantiene l…

Scienziati creano una pil…

Epilessia: cellule staminali off…

Gli scienziati della …

Esiste la parità di genere nella…

Le ricercatrici italiane …

Creata in laboratorio una protei…

Milano, dicembre 2017…

Lo psicologo entra in farmacia: …

Anche a Torino e cintura,…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

All’insonnia è legata la mortalità precoce

La persistente mancanza di sonno potrebbe portare alla morte precocemente.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio della University of Arizona pubblicato sull’American Journal of Medicine. Lo studio ha preso in considerazione un periodo di 40 anni ed ha esaminato gli effetti a lungo termine dell’insonnia. L’insonnia persistente, cioe’ che dura da piu’ di sei anni, e’ stata collegato a un aumento del 58 per cento del rischio di morte.insonnia
La mancanza di sonno cronica e’ stata inoltre associata a elevati livelli di infiammazione nel sangue, a loro volta legati a diabete, obesita’, cancro, demenza, depressione e malattie cardiache.

“Una migliore comprensione dell’associazione tra insonnia cronica e morte potrebbe dare informazioni utili per il trattamento della popolazione a rischio”, ha concluso Sairam Parthasarathy, autore principale dello studio.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x