Stato ipnotico: scienziati getta…

Esiste davvero uno stato …

Divisione cellulare: svelato il …

[caption id="attachment_5…

Sensore intelligente: 5 secondi …

[caption id="attachme…

Bambini esposti a violenza tra l…

I bambini esposti a viole…

Sclerosi Laterale Amiotrofica: a…

Avviata presso l'Universi…

Lotta al diabete: Verso la partn…

Il diabete colpisce quasi…

Gas intestinali possono essere a…

Il gas presente nel nostr…

Cancro ai polmoni: tra le donne …

Il cancro al polmone è de…

Batterio della peste bubbonica d…

L'analisi dei ricercatori…

Il fungo della formica zombi

L'anomalo comportamento d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

All’insonnia è legata la mortalità precoce

La persistente mancanza di sonno potrebbe portare alla morte precocemente.


Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio della University of Arizona pubblicato sull’American Journal of Medicine. Lo studio ha preso in considerazione un periodo di 40 anni ed ha esaminato gli effetti a lungo termine dell’insonnia. L’insonnia persistente, cioe’ che dura da piu’ di sei anni, e’ stata collegato a un aumento del 58 per cento del rischio di morte.insonnia
La mancanza di sonno cronica e’ stata inoltre associata a elevati livelli di infiammazione nel sangue, a loro volta legati a diabete, obesita’, cancro, demenza, depressione e malattie cardiache.

“Una migliore comprensione dell’associazione tra insonnia cronica e morte potrebbe dare informazioni utili per il trattamento della popolazione a rischio”, ha concluso Sairam Parthasarathy, autore principale dello studio.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!