Tumori: provocati uno su 40 da e…

In almeno un caso su 40 i…

Le sigarette veicolano ceppi bat…

Le sigarette sono "ampiam…

Tumore ovarico, i poteri di miR-…

Nei casi di tumore ovaric…

Lipoproteina: si aggiunge alla l…

[caption id="attachment_6…

Trapianto di polmone da donatore…

Primo trapianto in Italia…

Il melanoma diagnosticato con un…

[caption id="attachment_9…

L'Alzheimer, si "tramanda" da ne…

Le proteine 'tossiche' al…

Visite ai malati non-stop e repa…

  Oltre a curare al megli…

Un gene alla regia del vivere sa…

[caption id="attachment_5…

Le lesioni parziali del midollo:…

Imparare a controllare i …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Epilessia: scoperto il regolatore dei geni coinvolti nel disturbo

Scoperto un singole gene che coordina una rete di circa 400 geni coinvolti nell’epilessia e che, in futuro, potrebbe diventare il bersaglio di nuovi trattamenti.

Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio dell’Imperial College London pubblicato sulla rivista Nature Communications.   L’epilessia e’ una malattia grave che riguarda 50 milioni di persone in tutto il mondo. Il tasso di mortalita’ delle persone che ne sono affetta e di due o tre volte superiore rispetto alla popolazione in generale. E’ noto che l’epilessia ha una forte componente genetica. Ora pero’ i ricercatori, anziche’ studiare i singoli geni, che e’ stato l’approccio piu’ seguito negli ultimi anni, hanno sviluppato nuove tecniche computazionali e di genetica per analizzare sistematicamente l’attivita’ dei geni.

Dallo studio di campioni di tessuto cerebrale rimosso dai pazienti durante interventi di neurochirurgia, gli studiosi hanno identificato una rete di geni altamente attiva nel cervello di questi pazienti e hanno scoperto un gene, Sestrin 3 (SESN3) che agisce come regolatore principale di questa rete.

E’ la prima volta che SESN3 e’ stato collegato all’epilessia e il suo ruolo di “coordinamento” e’ stato confermato in studi su topi e pesci zebra. Ora i ricercatori sperano di utilizzare queste informazioni per sviluppare nuove terapie indirizzate a questo gene, in modo da colpire tutta la rete di geni responsabili dell’epilessia.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!