Epatite C: con Telaprevir un app…

Con il prossimo lancio su…

Nascita Prematura: Il 17 Novembr…

Ogni anno, in Italia, nas…

Perche' leggere fa bene al cerve…

[caption id="attachment_1…

[3° comunicato EASD]Lilly e Boeh…

48° Congresso EASD - Euro…

Convivenza con fumatori paragona…

Chi vive in una casa dove…

Ecoendoscopia a Forlì per l'aspo…

[caption id="attachme…

Rapamicina allunga la vita ma no…

La rapamicina puo' au…

Disfunzione erettile e incontine…

I disturbi del sonno asso…

TRATTAMENTO DI PAZIENTI AFFETTI…

Lo studio multicentrico r…

[Assobiotec] Alzheimer, il cerve…

Il nostro cervello è in g…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rigenerazione dei nervi: scoperta la molecola implicata nel processo di riparazione

Identificata un’unica molecola che, oltre a eliminare le cellule cattive, ha anche la capacita’ di riparare le cellule nervose danneggiate.

Questi, in estrema sintesi, i risultati di due nuovi studi della University of Colorado Boulder e della University of Queensland di Brisbane (Australia). Conosciuto come recettore per fosfatidilserina o PSR-1, la molecola e’ in grado di individuare ed eliminare le cellule apoptotiche che sono pre-programmate per morire, cosi’ come le cellule necrotiche danneggiate e, quindi, responsabili dell’infiammazione.   La morte cellulare programmata, o apoptosi, e’ un processo naturale che uccide miliardi di cellule in un corpo umano ogni giorno. Ma a catturare l’attenzione di entrambi i gruppi di ricerca e’ la constatazione che la molecola PSR-1 puo’ anche contribuire a ricollegare e riconnettere le fibre nervose rotte, chiamate assoni.

“La definirei una scoperta inaspettata e un po’ sorprendente”, ha detto Ding Xue, ricercatore della University of Colorado Boulder e coautore dello studio pubblicato su Nature Communication. “Questa e’ la prima volta che e’ stata trovata una molecola coinvolta nella apoptosi per avere la capacita’ di riparare gli assoni danneggiati, e crediamo che abbia un grande potenziale terapeutico”, ha aggiunto.

Xue e’ anche il co-autore dello studio della della University of Queensland di Brisbane (Australia), pubblicato su Nature, che mostra il ruolo importante svolto da PSR-1 nella rigenerazione degli assoni dei nervi, uno dei traguardi piu’ ambiti da parte dei neurologi di tutto il mondo che sognano di aiutare i pazienti che hanno subito danni al sistema nervoso centrale. Entrambi gli studi sono stati condotti sui C. elegans. I risultati potrebbero aprire la strada a studi che mirano alla realizzazione di farmaci in grado di riparare le lesioni del sistema nervoso centrale.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!