Robot origami: dal MIT una 'macc…

Da lontano sembra un bana…

AIDS: farmaco in grado di blocca…

Sviluppato un nuovo f…

H5N1: pubblicato lo studio che h…

Modificando geneticamente…

Diabete tipo 1: l'innovazione te…

Diabete tipo 1: l'innovaz…

BPCO: il CNR conferma la piena r…

I ricercatori del gruppo…

Trichomonas vaginalis: il nesso …

Il microrganismo favorire…

Alzheimer: la vitamina B, utile …

Assumere una pillola di …

Sindrome di Prader Wi: individua…

Un team di scienziati del…

Appendicite: antibiotici possono…

Dare antibiotici ai pazie…

CNR: spirometria, confermato il …

Lo screening precoce sui …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mal di schiena: la classifica delle possibili cause

Gli improvvisi attacchi di mal di schiena hanno maggiori probabilita’ di iniziare prima dell’ora di pranzo. Invece, sollevare o spostare qualcosa quando si e’ stanchi puo’ triplicare il rischio e stare in una posizione scomoda aumenta di otto volte le probabilita’ di soffrire.

Inoltre, fare uno sforzo fisico in modo distratto puo’ aumentare le probabilita’ di soffrire di mal di schiene di ben 25 volte. Tuttavia, fare sesso o bere alcol non hanno, inaspettatamente, alcun effetto sulla schiena. midollo_spinaleA fare una classifica delle cause degli attacchi di mal di schiena, e’ stato un gruppo di ricercatori australiani, guidati da Manuela Ferreira del George Institute for Global Health e della Sydney Medical School.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Arthritis Care & Research. “Questo studio – ha detto la scienziata – dimostra che non e’ solo lo stress a lungo termine a portare il mal di schiena”. La scienziata, insieme al suo team di ricerca, ha esaminato le cause del mal di schiena in 999 pazienti con un’eta’ uguale o superiore ai 18 anni, visitati nella clinica di Sydney. Ai soggetti e’ stato chiesto che cosa avessero fatto nei quattro giorni precedenti all’attacco di mal di schiena. Ebbene, l’essere distratti durante un compito a maggior rischio ha aumentato le probablita’ di soffrire di 25 volte. Attivita’ che comportano posture scorrette – come lo spostamento di oggetti, persone o animali – hanno aumentato il rischio dalle sei alle otto volte.
Mentre fare attivita’ fisica moderata o vigorosa ha incrementato di tre volte le probabilita’ di soffrire di un attacco di mal di schiena, cosi’ come ha aumentato il rischio l’essere stanchi e affaticati durante un lavoro fisico.

Contrariamente alle aspettative, le probabilita’ di un 60enne di soffrire mentre solleva un carico pesante sono risultate 5 volte inferiori rispetto a quelle di un 20enne. Questo, secondo i ricercatori, probabilmente perche’ la persona piu’ anziana ha imparato a sollevare i pesi in modo corretto. “I risultati di questo studio – ha detto Ferreira – sono unici in quanto dimostrano per la prima volta che anche una breve esposizione a una serie di fattori fisici e psicosociali puo’ aumentare significativamente il rischio di mal di schiena. Il messaggio chiave e’ che le persone dovrebbero fare piu’ attenzione quando sollevano qualcosa. Anche una breve esposizione a carichi pesanti, posture scomode o una distrazione puo’ scatenare un episodio di mal di schiena”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!