Timidezza o temerarietà hanno la…

Avidi di novità e pronti …

MELE: ”Vogliamo che le nostre in…

LA FEDERAZIONE ITALIA…

Malattie Sessualmente Trasmesse …

L’allarme lanciato da SIT…

[ADUC]Contaminazione da pesticid…

Quando le rilevazioni non…

Una pillola che ci convincerà ch…

Scoperta americana. Il co…

Lo psicologo entra in farmacia: …

Anche a Torino e cintura,…

Memoria epigenetica delle piante…

L'inattivazione del gene …

Tumori al naso: con immagini HD …

I numeri sono pochi,…

Fumo passivo: parte dalla Svizze…

Divieti di fumare più res…

Interruttori molecolari influenz…

Chi soffre di attacchi di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mario Giaccone (Lista Chiamparino per il Piemonte): dalle Regioni un netto dissenso a nuove liberalizzazioni per le farmacie

“Le dichiarazioni sulle liberalizzazioni della distribuzione del farmaco rese dall’Assessore ligure Montaldo, presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità della Conferenza Stato-Regioni, sono inequivocabili e sono diretta espressione dell’orientamento della Conferenza presieduta dal governatore del Piemonte, Sergio Chiamparino” dice ilconsigliere regionale del Piemonte Mario Giaccone, eletto nella Lista civica a sostegno del Presidente Chiamparino. 


“E’ evidente che la proposta di tornare a incidere su questo settore, già abbondantemente liberalizzato, suscita solo dissensi da parte di chi vive tutti i giorni la sanità” prosegue Giaccone. “Non si tratta soltanto dei miei colleghi farmacisti, ma anche degli altri professionisti della salute – medici e infermieri innanzitutto – e di chi nelle Regioni quotidianamente lavora per mantenere efficace ed efficiente il servizio sanitario: gli Assessori alla sanità.

E’ evidente che deregolare ulteriormente il settore comprometterebbe alcuni progetti fondamentali per la sostenibilità del sistema: controllo e programmazione dell’uso delle risorse, spostamento dell’asse dell’assistenza sul territorio, coordinamento di tutte le professionalità sanitarie in un unico percorso di cura efficace ed efficiente. Mi auguro che il Governo abbandoni un percorso che ci allontana dall’Europa”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi