Morbo di Parkinson: trovato nuov…

Nuove prove di un legame …

Cervello: la precarietà della ma…

L'instabilita' della …

Cancro: nuovo farmaco italiano c…

Sfruttare la "fame" d…

L'utilizzo eccessivo di antibiot…

[caption id="attachme…

DA APRILE TUTTA L’ITALIA CORRE C…

Fino a luglio saranno 26 …

A ottobre la Campagna Dolore Mis…

A partire da ottobre negl…

Nuova promettente terapia contro…

Una combinazione di due f…

Gambe senza riposo: dagli oppioi…

La “Restless Legs Syndrom…

Cresce la raccolta di sangue al …

Oltre 16mila sacche d…

Lo psicologo entra in farmacia: …

Anche a Torino e cintura,…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’industria farmaceutica italiana torna ad investire all’estero

pandrMilano, 6 luglio 2015 – L’italiana P&R ha acquisito il 20% di TRB Group, azienda svizzera operante a livello internazionale nel settore dei prodotti farmaceutici e dei dispositivi medici derivanti dall’acido ialuronico.


P&R holding è uno dei principali gruppi chimico-farmaceutici italiani, controllante, tra le altre, di Fidia Farmaceutici (società leader nella ricerca, sviluppo e produzione di acido ialuronico). Con l’acquisizione di una quota di TRB, il gruppo prosegue la politica di internazionalizzazione, uno dei principi fondanti di P&R, già presente in US, Kazakhstan, Germania e Spagna a cui si affiancheranno nell’anno in corso Russia, Dubai e KSA.

Attualmente P&R Impiega circa 2.000 dipendenti, incrementati del 22% negli ultimi 3 anni e distribuiti nei segmenti chimico e farmaceutico. Il gruppo genera un fatturato consolidato di circa 500 milioni di euro, di cui il 60% all’estero.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x