Cancro: peptide derivato dal pes…

Ricercatori identific…

Ultrasuoni per diagnosticare in …

Un nuovo dispositivo a ul…

Storie di uomini e batteri: l'in…

La composizione e la funz…

Tumori: nuovo metodo per valutar…

E' possibile predire il …

La sindrome di Alcock, che non t…

La nevralgia del pudendo,…

Un video ad alta velocità rivela…

[caption id="attachment_2…

INFLUENZA 2016/17: attesa stagio…

Milano, 3 ottobre 2016 - …

Rigenerazione dei tessuti da cel…

Nuove ricerche della In…

La strana correlazione tra anore…

Le ragazze con anores…

#Tumori: gli esperti puntano sui…

I nanofarmaci hanno migli…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ansia: scoperta una sostanza direttamente coinvolta

FGF2

FGF2

WASHINGTON – È stata scoperta una sostanza chimica collegata all’ansia: si tratta di un composto del cervello chiamato FGF2.

La ricerca, condotta dalla University of Michigan e pubblicata dal “Journal of Neuroscience”, mostra che l’ansia è inversamente proporzionale alla quantità di FGF2 (Fibroblast Growth Factor 2) presente nel cervello. L’FGF2 è una delle sostanze responsabili dello sviluppo cerebrale e delle riparazioni cellullari in caso di danneggiamento.

Javier Perez, responsabile della ricerca, ha dichiarato: “Abbiamo scoperto una doppia relazione tra l’FGF2 e alcune molecole collegate allo sviluppo cerebrale. Il rapporto dipende in parte da fattori genetici collegati alla ansietà e in parte a fattori ambientali che condizionano le persone”.


Lo studio, condotto su 19 generazioni di topi, potrebbe portare alla creazione di medicinali alternativi ai comuni sedativi usati per l’ansia e la depressione.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi