Conservazione organi: una nuova …

Grazie a una nuova tecnic…

E-cig: benzene nelle ricariche c…

Benzene nelle ricaric…

Emicrania: legata ad una mutazio…

Identificata una muta…

Degenerazione maculare: 20 mila …

''Ogni anno in Italia son…

HIV: 14 basi in meno in una spec…

[caption id="attachme…

Meningococco B: arriva in Italia…

Anche i bambini italiani …

Dolore cronico: in provincia di …

Esegue fino a 500 prest…

Psoriasi: attenzione alle unghie…

[caption id="attachme…

Tumori allo stomaco: l'incidenza…

A dimostrarlo sono divers…

Sclerosi laterale Amiotrofica: E…

[caption id="attachment_2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ansia: scoperta una sostanza direttamente coinvolta

FGF2

FGF2

WASHINGTON – È stata scoperta una sostanza chimica collegata all’ansia: si tratta di un composto del cervello chiamato FGF2.

La ricerca, condotta dalla University of Michigan e pubblicata dal “Journal of Neuroscience”, mostra che l’ansia è inversamente proporzionale alla quantità di FGF2 (Fibroblast Growth Factor 2) presente nel cervello. L’FGF2 è una delle sostanze responsabili dello sviluppo cerebrale e delle riparazioni cellullari in caso di danneggiamento.

Javier Perez, responsabile della ricerca, ha dichiarato: “Abbiamo scoperto una doppia relazione tra l’FGF2 e alcune molecole collegate allo sviluppo cerebrale. Il rapporto dipende in parte da fattori genetici collegati alla ansietà e in parte a fattori ambientali che condizionano le persone”.


Lo studio, condotto su 19 generazioni di topi, potrebbe portare alla creazione di medicinali alternativi ai comuni sedativi usati per l’ansia e la depressione.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi