Tumori: bloccato il "canale" di …

I ricercatori dell'Istit…

Trichinosi: sequenziato il genom…

Il genoma del nematode pa…

Vitiligine: le terapie chirurgic…

Si affinano i trattamenti…

Laparoscopia del futuro: i tessu…

Presto i chirurghi potran…

Tumori al seno: con una specific…

Le donne che hanno nel pr…

Connettività cerebrale: come si …

Grazie alla risonanza mag…

HIV: creato un polimero per inib…

Un polimero sintetico p…

Occhio agli uomini italiani: olt…

Una recente indagine inte…

DireFareCuore, la settimana di p…

Dal 21 al 26 Febbraio, Na…

Salute a rischio con antistamini…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ansia: scoperta una sostanza direttamente coinvolta

FGF2

FGF2

WASHINGTON – È stata scoperta una sostanza chimica collegata all’ansia: si tratta di un composto del cervello chiamato FGF2.

La ricerca, condotta dalla University of Michigan e pubblicata dal “Journal of Neuroscience”, mostra che l’ansia è inversamente proporzionale alla quantità di FGF2 (Fibroblast Growth Factor 2) presente nel cervello. L’FGF2 è una delle sostanze responsabili dello sviluppo cerebrale e delle riparazioni cellullari in caso di danneggiamento.

Javier Perez, responsabile della ricerca, ha dichiarato: “Abbiamo scoperto una doppia relazione tra l’FGF2 e alcune molecole collegate allo sviluppo cerebrale. Il rapporto dipende in parte da fattori genetici collegati alla ansietà e in parte a fattori ambientali che condizionano le persone”.


Lo studio, condotto su 19 generazioni di topi, potrebbe portare alla creazione di medicinali alternativi ai comuni sedativi usati per l’ansia e la depressione.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x