Fibromi e polipi: al Policlinico…

Un nuovo strumento, ''min…

Italian Health Policy Brief: “La…

Roma, 9 ottobre 2012 – Co…

Depressione: in età avanzata res…

La depressione che si man…

Diabete: nuovi sistemi a biosens…

Un nuovo biosensore pone …

Medicina rigenerativa: da stamin…

Si allunga la lista degli…

Cibi fritti nemici acerrimi dell…

Fritti 'killer' per la l…

Una mamma fumatrice provoca prob…

L'asma e' un problema di …

Lotta al dolore e spending revie…

Il 29 e 30 Giugno, torna …

Relaxina: l'ormone delle neo-mam…

[caption id="attachment_8…

Diabete trattato con cellule sta…

Entro cinque-dieci anni, …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sette anni di lavoro per il primo farmaco con cellule staminali in Europa

Coltura cellule staminali mesenchimali

Coltura cellule staminali mesenchimali

Sette anni di lavoro stanno per dare i loro frutti sotto forma di un farmaco d’avanguardia.

Al momento, i ricercatori dell’ospedale La Paz di Madrid hanno ottenuto che le cellule staminali del grasso siano utilizzabili per curare le fistole, ossia aperture della pelle, come ulcere, difficili da cicatrizzare.


Un saggio clinico di fase II (in cui s’evidenzia l’efficacia) ha dimostrato che le fistole cicatrizzano grazie all’iniezione di cellule staminali prelevate al paziente e coltivate.

Nel 2011, quando sara’ ultimata la fase III dell’esperimento (conferma dei risultati), sara’ pronto il primo medicinale basato sulle cellule staminali dell’Unione Europea. E sara’ stato merito dell’ospedale spagnolo, che coordina lo studio in cui sono coinvolti 49 centri di nove Stati europei. Per ora, Unidad de Terapia Celular, diretta da Damian Garcia-Olmo, ha confermato l’efficacia del trattamento in una cinquantina di pazienti.



Aduc Salute

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x