Leucemia: Boehringer Ingelheim,…

[caption id="attachment_2…

Cardo mariano: non solo per il f…

I farmaci chemioterapici …

L’FDA approva dabigatran per il …

·         Negli Stati U…

Sindrome metabolica: a rischio a…

I medici di base dovrebbe…

Correlazione tra dimensioni del …

Pare vi sia una correlazi…

Alzheimer in età giovanile: sott…

Le statistiche dimostrano…

Domani, a Napoli, presso l’AORN …

In Campania circa 940mila…

Cervello in coma: attività inasp…

Anche in presenza di un e…

Proteina anti-fame per curare l'…

Trovata un nuova via per …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sette anni di lavoro per il primo farmaco con cellule staminali in Europa

Coltura cellule staminali mesenchimali

Coltura cellule staminali mesenchimali

Sette anni di lavoro stanno per dare i loro frutti sotto forma di un farmaco d’avanguardia.

Al momento, i ricercatori dell’ospedale La Paz di Madrid hanno ottenuto che le cellule staminali del grasso siano utilizzabili per curare le fistole, ossia aperture della pelle, come ulcere, difficili da cicatrizzare.


Un saggio clinico di fase II (in cui s’evidenzia l’efficacia) ha dimostrato che le fistole cicatrizzano grazie all’iniezione di cellule staminali prelevate al paziente e coltivate.

Nel 2011, quando sara’ ultimata la fase III dell’esperimento (conferma dei risultati), sara’ pronto il primo medicinale basato sulle cellule staminali dell’Unione Europea. E sara’ stato merito dell’ospedale spagnolo, che coordina lo studio in cui sono coinvolti 49 centri di nove Stati europei. Per ora, Unidad de Terapia Celular, diretta da Damian Garcia-Olmo, ha confermato l’efficacia del trattamento in una cinquantina di pazienti.



Aduc Salute

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi