Tossina di un fungo per combatte…

Comunicato stampa - La …

AIDS: paziente leucemico guarito…

[caption id="attachment_1…

Batteri che resistono all'arseni…

L'analisi comparativa del…

FARMACIA/ Il mercato apre il 201…

Milano, 26 marzo 2015 – N…

Come i batteri marini conformano…

I microrganismi marini et…

Giornata Mondiale del Diabete: u…

Ci si avvia verso i 5 m…

Farmaci di uso comune potrebbero…

Gli antidolorifici come l…

Per la lotta contro l'#HIV: sema…

La Commissione europea ha…

Resveratrolo, e l'efficacia cont…

Un composto polifenolico,…

Creato topolino ossessivo per st…

[caption id="attachment_7…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Leucemia acuta: due mutazioni geniche.

Leucemia linfoblastica

Leucemia linfoblastica

Ricercatori inglesi su Nature hanno annunciato la scoperta di una mutazione genetica che aumenta il rischio di leucemia nei bambini. Autori della scoperta un gruppo di ricercatori del St. Jude Children’s Research Hospital di Londra che avrebbero individuato due distinte mutazioni in altrettanti geni che favorirebbero lo sviluppo, nel corso della vita, della leucemia linfoblastica. Si tratta del primo studio che mostra la presenza di un fattore genetico nello sviluppo di questa terribile malattia che colpisce i bambini. Secondo i ricercatori guidati da Mary Relling i piccoli che sono portatori delle due varianti genetiche (ARID5B e IKZF1) hanno un rischio piu’ che doppio di sviluppare la leucemia.

“Le singole mutazioni – spiega la ricercatrice – da sole non bastano a far venire la malattia, che ha alla base diversi fattori, eppure questa scoperta ci fornisce seri strumenti per capire come questa evolva e soprattutto quali sono i piccoli a maggior rischio”.

Agi Salute

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x