Binge Drinking: dimostrato il pe…

Anche se la notte di Capo…

Magnetoterapia pulsata per ridur…

MILANO - I calciatori son…

Virus HIV: il ruolo 'dannoso' de…

L'aids provoca disturbi d…

Schizofrenia e creativita' condi…

[caption id="attachment_8…

[Iperfenilalaninemia] Merck Sero…

[caption id="attachment_2…

Una nuova regione, bersaglio con…

La paura e l’ansia, lo sa…

Staminali: metodo che isola cell…

Sviluppato un nuovo metod…

Fibrosi polmonare: possibile nuo…

Scoperto un approccio ter…

Steatosi Epatica: un aiuto dalla…

Mangiare cibi con alt…

Depressione post-parto: un test …

Scoprire, con un semplice…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro alla vescica: il marker giusto

Psca (Prostate stem cell antigen). Sarà questo il nome del probabile marker tumorale della vescica. Sembra infatti che una variazione di questo antigene possa aumentare del 30-40% il rischio di sviluppare un cancro della vescica. Il Psca è noto per essere over-espresso nel tumore della prostata e già in precedenza diversi studi ne avevano suggerito un ruolo anche in caso di neoplasia della vescica.

Lo studio. E’ stato confrontato il genoma di 6.667 soggetti con tumore della vescica e 39.590 persone sane evidenziando un’importante associazione tra presenza di cancro e una variazione (rs2294008) del gene Psca, determinata da una mutazione cosiddetta missenso dai genetisti, che porta a uno scambio di aminoacidi nella proteina finale. Gli stessi livelli di Psca nelle urine sono risultati bassi nei pazienti oncologici rispetto ai soggetti sani, suggerendone un ruolo di biomarcatore di semplice e accurata misurazione. Lo studio è stato pubblicato su Nature Genetics 2009 ( 41: 991 – 995) da un gruppo di ricercatori guidati da Xifeng Wu, dell’Anderson cancer center ( Texas).

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x