L'UE si prepara ad un progetto d…

È stato lanciato di recen…

Epilessia: i consigli della LICE…

Roma, 18 dicembre 201…

Pressione del polso alta indica …

Le persone di mezza eta' …

Sequenziando il genoma delle alg…

[caption id="attachment_7…

Distrofia miotonica: neutralizza…

[caption id="attachment_1…

Combattere il cancro riprogramma…

Il sistema di editing gen…

Traumi: possono essere ereditati…

Gli effetti psicologici d…

Scoperte le basi genetiche dei d…

Pubblicato sul Cerebral…

Fecondazione: la ricerca evidenz…

Scoperta una proteina ch…

Legge 40/2004 A 10 anni quale si…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Linfoma periferico a cellule T: approvato dall’FDA un trattamento

L’ente americano Food and Drug Administration ha approvato il farmaco biologico Pralatrexato (Folotyn), per il trattamento del linfoma periferico a cellule T, un tipo aggressivo di linfoma non Hodgkin. Il Pralatrexato, prodotto dall’azienda Allos Therapeutics, è l’unico trattamento esistente per la malattia. Per questo motivo il farmaco, avendo ottenuto la designazione di farmaco orfano, è andato incontro ad un processo di autorizzazione accelerato da parte dell’FDA.
Il Pralatrexato, che potrebbe essere commercializzato già nel mese di ottobre, è un analogo del folato che inibisce l’enzima diidrofolato reduttasi (DHFR), indispensabile per la crescita delle cellule in rapida proliferazione. Le sue indicazioni riguardano il trattamento del linfoma Hodgkin e non-Hodgkin (incluso il linfoma periferico a cellule T), il tumore del polmone non a piccole cellule e il tumore della vescica.

Assobiotec

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi