Medicinali plasmaderivati "infet…

Roma, 9 dicembre 2014 - I…

Obesità: si associano disfunzion…

I ricercatori dell'Univer…

Vaccino contro la leucemia: deci…

Scienziati britannici han…

Alzheimer: spegnere un enzima ri…

Lo studio per ora è stato…

Dermatologia: non più di una lam…

Il bel tempo tarda ad arr…

Cuore a rischio senza sufficient…

La carenza di vitamina D…

Varicella: il sole avrebbe i giu…

Il sole ferma la diffusio…

Medicina Rigenerativa: le stamin…

[caption id="attachment_9…

Il corso di Adamo: un futuro sen…

Il “sesso forte” abbandon…

Maculopatia senile: scoperto il …

Ricercatori dell'Universi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Linfoma periferico a cellule T: approvato dall’FDA un trattamento

L’ente americano Food and Drug Administration ha approvato il farmaco biologico Pralatrexato (Folotyn), per il trattamento del linfoma periferico a cellule T, un tipo aggressivo di linfoma non Hodgkin. Il Pralatrexato, prodotto dall’azienda Allos Therapeutics, è l’unico trattamento esistente per la malattia. Per questo motivo il farmaco, avendo ottenuto la designazione di farmaco orfano, è andato incontro ad un processo di autorizzazione accelerato da parte dell’FDA.
Il Pralatrexato, che potrebbe essere commercializzato già nel mese di ottobre, è un analogo del folato che inibisce l’enzima diidrofolato reduttasi (DHFR), indispensabile per la crescita delle cellule in rapida proliferazione. Le sue indicazioni riguardano il trattamento del linfoma Hodgkin e non-Hodgkin (incluso il linfoma periferico a cellule T), il tumore del polmone non a piccole cellule e il tumore della vescica.

Assobiotec

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x