Le carni bianche che mettono a r…

[caption id="attachment_5…

Melone amaro: 'in vitro' l'estra…

[caption id="attachment_6…

La chiave della 'speciazione' e'…

[caption id="attachment_7…

DOMANI presentazione Salvamammeb…

Mercoledì 4 giugno confer…

nano-sonde in grado di localizza…

[caption id="attachment_5…

Svizzera, primo intervento al ce…

[caption id="attachment_1…

Terapia genica per contrastare l…

[caption id="attachme…

Giornata Mondiale del Sonno: è d…

Abano Terme, 14 Marzo 201…

Bullismo e CyberBullismo: due fe…

Roma, 27 marzo 2013–Bulli…

Cellule programmate per curare i…

Scienziati trovano il…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Linfoma periferico a cellule T: approvato dall’FDA un trattamento

L’ente americano Food and Drug Administration ha approvato il farmaco biologico Pralatrexato (Folotyn), per il trattamento del linfoma periferico a cellule T, un tipo aggressivo di linfoma non Hodgkin. Il Pralatrexato, prodotto dall’azienda Allos Therapeutics, è l’unico trattamento esistente per la malattia. Per questo motivo il farmaco, avendo ottenuto la designazione di farmaco orfano, è andato incontro ad un processo di autorizzazione accelerato da parte dell’FDA.
Il Pralatrexato, che potrebbe essere commercializzato già nel mese di ottobre, è un analogo del folato che inibisce l’enzima diidrofolato reduttasi (DHFR), indispensabile per la crescita delle cellule in rapida proliferazione. Le sue indicazioni riguardano il trattamento del linfoma Hodgkin e non-Hodgkin (incluso il linfoma periferico a cellule T), il tumore del polmone non a piccole cellule e il tumore della vescica.

Assobiotec

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi