DNA: Ecco come due metri di dopp…

[caption id="attachment…

Ipertensione: spegnere alcuni ne…

Curare l'ipertensione se…

Cervello: ultrasuoni migliorano …

Gli ultrasuoni, indirizz…

Asma: scoperta l'efficacia di un…

Scoperta una molecola ca…

Analisi genetica a distanza salv…

[caption id="attachme…

Un corso ECM FAD perché il farma…

Roma, 4 novembre 2014- E’…

Ictus e trombi: nuova tecnica pe…

[caption id="attachment_7…

Esami radiologici inutili: danni…

In Italia una prestazion…

Il segreto della bravura in mate…

Il segreto della bravura …

Acidi grassi prevengono eventi g…

Gli acidi grassi essenzia…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Linfoma periferico a cellule T: approvato dall’FDA un trattamento

L’ente americano Food and Drug Administration ha approvato il farmaco biologico Pralatrexato (Folotyn), per il trattamento del linfoma periferico a cellule T, un tipo aggressivo di linfoma non Hodgkin. Il Pralatrexato, prodotto dall’azienda Allos Therapeutics, è l’unico trattamento esistente per la malattia. Per questo motivo il farmaco, avendo ottenuto la designazione di farmaco orfano, è andato incontro ad un processo di autorizzazione accelerato da parte dell’FDA.
Il Pralatrexato, che potrebbe essere commercializzato già nel mese di ottobre, è un analogo del folato che inibisce l’enzima diidrofolato reduttasi (DHFR), indispensabile per la crescita delle cellule in rapida proliferazione. Le sue indicazioni riguardano il trattamento del linfoma Hodgkin e non-Hodgkin (incluso il linfoma periferico a cellule T), il tumore del polmone non a piccole cellule e il tumore della vescica.

Assobiotec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: