Tubo neurale a rischio se si ass…

L’assunzione di farmaci a…

La strategia dei parassiti che s…

[caption id="attachment_9…

La differenza degli individui la…

Il mondo è bello perché è…

Diabete: scoperta interazione tr…

Un team di scienziati del…

Come si sviluppano le ovaie: un …

Un nuovo studio cambia l’…

Contraccezione ormonale, informa…

La Regione rimane fanalin…

Artrite reumatoide, e le capacit…

Mangiare una porzione…

Gruppo Ictus Emiplegia Onlus, la…

Tra i servizi, una linea …

Nuovo fungo 'zombificatore' dell…

Ricercatori in Brasile, R…

Un orologio biologico in grado d…

Un orologio capace di mis…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

‘Nuove’ staminali ribaltano l’origine del colore della pelle

cellule pigmentanti

cellule pigmentanti

Il ‘colore’ della pelle potrebbe dipendere da un ‘nuovo’ tipo di staminali. E’ quanto emerge dallo studio pubblicato su Cell dai ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia, che hanno scoperto le cellule responsabili del pigmento ipodermico.

La pigmentazione cutanea e’ dovuta all’azione della melanina, una sostanza prodotta dalle cellule epidermiche chiamate melanociti che, finora, si riteneva fossero generate dal feto durante la gestazione.
Gli studiosi hanno invece scoperto che i melanociti sono presenti anche negli adulti e si sviluppano da un tipo di cellule immature che si trovano nelle fibre nervose della pelle, chiamate cellule precursori di Schwann, le quali, a loro volta, sarebbero un diverso un tipo di staminali. ‘Il nostro studio – spiega Patrik Ernfors, docente del Karolinska Institutet – fornisce nuove informazioni sui cambiamenti nella pigmentazione della pelle e puo’ aiutarci a comprendere lo sviluppo di patologie importanti quali il melanoma’.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x