"Nuovi anticoagulanti orali: in…

Sintesi interventi relato…

Dolore cronico nei pazienti anzi…

Tecniche di comunicazione…

Molte amicizie (vere) su Faceboo…

Buone notizie per gli ama…

Scoperta una proteina che rallen…

Bloccando una proteina c…

Dolore Cronico per oltre 745.000…

Il 15 ottobre, arriva in …

Sclerosi multipla: differenze ce…

La differenza che c'e' tr…

Marijuana e salute: una relazion…

L’uso abituale di marijua…

Broccoli anti-cancro, ma collabo…

[caption id="attachment_…

Staminali per la rigenerazione d…

[caption id="attachment_8…

Bambini all'aria aperta anche d'…

Le precauzioni per evitar…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

‘Nuove’ staminali ribaltano l’origine del colore della pelle

cellule pigmentanti

cellule pigmentanti

Il ‘colore’ della pelle potrebbe dipendere da un ‘nuovo’ tipo di staminali. E’ quanto emerge dallo studio pubblicato su Cell dai ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia, che hanno scoperto le cellule responsabili del pigmento ipodermico.

La pigmentazione cutanea e’ dovuta all’azione della melanina, una sostanza prodotta dalle cellule epidermiche chiamate melanociti che, finora, si riteneva fossero generate dal feto durante la gestazione.
Gli studiosi hanno invece scoperto che i melanociti sono presenti anche negli adulti e si sviluppano da un tipo di cellule immature che si trovano nelle fibre nervose della pelle, chiamate cellule precursori di Schwann, le quali, a loro volta, sarebbero un diverso un tipo di staminali. ‘Il nostro studio – spiega Patrik Ernfors, docente del Karolinska Institutet – fornisce nuove informazioni sui cambiamenti nella pigmentazione della pelle e puo’ aiutarci a comprendere lo sviluppo di patologie importanti quali il melanoma’.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!