Ictus: in arrivo nuovi farmaci e…

Stanno per arrivare a…

Chip terapeutici, che si dissolv…

Costruiti con componenti …

Bayer “reinventa” Aspirina contr…

Dalla ricerca Bayer arriv…

8° Congresso Nazionale Associazi…

· Aumento incidenza …

Mamma, vado all’asilo. Tutti i c…

Decidere di mandare un ba…

Lo sviluppo sociale dei neonati …

Accarezzare gentilmente u…

Linee di condotta per la profila…

Roma, 26 novembre 2013 –…

La strana correlazione tra anore…

Le ragazze con anores…

Schizofrenia: la fondata efficac…

Un nuovo studio pubblicat…

CNR: spirometria, confermato il …

Lo screening precoce sui …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cinque geni responsabili di infiammazioni intestinali

ROMA –  Il Messaggero – Individuati 5 nuovi geni responsabili delle malattie croniche dell’intestino, come il morbo di Crohn, malattie rare che in Italia colpiscono circa 150.000 persone e che si manifestano in giovane età.

L’obiettivo ora è di mettere a punto nuove cure per queste malattie che hanno un forte impatto sociale sia in termini di giornate di lavoro perdute, ma soprattutto di cattiva qualità di vita.

Arrivare a questo risultato, pubblicato sulla rivista Nature Genetics, è stato possibile grazie al più vasto studio internazionale mai fatto su queste malattie, coordinato dal Centro di Genomica applicata dell’ospedale pediatrico di Filadelfia e al quale l’Italia ha partecipato con l’istituto Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia), l’ospedale pediatrico di Roma Bambino Gesù e l’università di RomaLa Sapienza.

Conoscere i geni legati a queste malattie, delle quali fa parte il morbo di Crohn, permette per la prima volta di capire come si evolvono e getta le basi per mettere a punto cure personalizzate. Lo studio si è concentrato sulle malattie infiammatorie intestinali che si manifestano nell’età infantile e che tendono ad essere più severe rispetto a quelle che compiono nell’età adulta. I geni identificati si trovano nei cromosomi 16, 22, 10, 2 e 19. Uno dei più importanti è quello che produce la proteina Il27: è una citochina, ossia una sorta di messaggero del sistema immunitario che svolge un ruolo di primo piano nello scatenare l’infiammazione.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi