Il tavolo con l’AIFA apre un per…

Su tutti i temi cruciali …

Vaccino veicolato da bioimpianto…

...anche se la sensaziona…

Fondazione Veronesi: tumori, gli…

In un caso su 20 segnalan…

Carcinoma ovarico: scoperti pept…

Il carcinoma ovarico potr…

Protesi PIP e Codacons: per il T…

"Il Tar del Lazio, con un…

Il veleno dello scorpione: alter…

[caption id="attachment_6…

Studi sul gene del linguaggio sv…

Una nuova ricerca mostra …

Salute e Farmaceutica: gli About…

App, video, Social Market…

Risonanza magnetica e PET insiem…

A Napoli nuovo macchinari…

Obesità: il palloncino per la ri…

Prima sperimentazione al …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

La complessa struttura di una cellula autosufficiente

La vita è più complessa di quanto si pensi.

Una nuova mappa delle proteine in uno dei batteri più piccoli, il mycoplasma pneumoniae, potrebbe aiutare i ricercatori a determinare il meccanismo cellulare minimo indispensabile per la vita. Le scoperte fatte indicano che la biologia del batterio è sorprendentemente complessa.



I ricercatori del Centro de Regulacion Genomica (CRG) di Barcelona e dell’European Moolecular Biology Laboratory (EMBL) hanno cercato di rispondere ai seguenti quesiti: cos’è strettamente indispensabile per la vita? quali sono gli ingredienti indispensabili per produrre una cellula capace di sopravvivere da sola? possiamo descrivere l’anatomia molecolare di una cellula e comprendere tutte le funzioni di un organismo come se si trattasse di un sistema?
In tre articoli scientifici pubblicati il 27 novembre su Science, i ricercatori forniscono per la prima volta la descrizione esaustiva di una cellula minima come il mycoplasma pneumoniae, il batterio responsabile della polmonite atipica: la serie completa di proteine dell’organismo o proteoma, la sua catena metabolica, la serie completa di molecole messaggere di ARN che sono trascritte dai geni.

Aduc


Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi