Cellule epatiche ottenute dalla …

Un gruppo di ricercatori …

La nuova legge sulla terapia del…

Istituzioni e medici spec…

Al via l’iniziativa “Intollerant…

ALL IN - Associazione A…

Ictus: quella passeggiata quotid…

Camminare puo' ridurre il…

AIDS: farmaco usato contro la ma…

Non e' tossico, e' sempli…

“Young Against Pain”: 30, giovan…

Roma, 27 Marzo 2014 – Rap…

Alzheimer: tre nuovi biomarker p…

Per la malattia di Alzhei…

Epatologia: più fibre e meno zuc…

Una ricerca dell'European…

L’importanza di diagnosi e tratt…

Focus su alcune patologie…

Lo strano legame tra virus dell'…

Ricercatori in Italia han…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una proteina regolatrice della pressione sanguigna

L'immunolocalizzazione della proteina ASIC2 in fluorescenza rossa e/o verde

Una proteina nota come Asic2 e’ in grado di tenere sotto controllo la pressione sanguigna. Senza la proteina i sensori nervosi presenti nei vasi sanguigni non sono in grado di inviare al cervello i segnali di cui ha bisogno per controllare adeguatamente la pressione sanguigna. E’ quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori dell’Universita’ dello Iowa (Usa) guidati da Frank Abboud pubblicato oggi sulla rivista Neuron. La scoperta, basata su modelli animali, e’ importante perche’ – spiegano i ricercatori – potrebbe essere utilizzata per creare nuove terapie per prevenire la pressione alta (ipertensione arteriosa).


‘I sensori nel senso del vostro corpo vasi sanguigni, quando la pressione del sangue aumenta, per esempio, quando si arrabbiava con qualcuno’, ha detto principale dello studio investigatore ‘Questi sensori – spiega Abboud, direttore del Cardiovascular Research Center presso la Universita’ dell’Iowa – percepiscono il cambiamento all’interno dei vasi sanguigni e innescano un aggiustamento quasi istantaneo inviando segnali al cervello, che a sua volta indica ai vasi sanguigni come regolarsi per tornare a valori nella media’.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi