Al via il 6° Congresso Nazionale…

Sarà Napoli (Hotel Royal …

Dipendenza da eroina: il segreto…

Un team di scienziati del…

Cancro al pancreas: un nuovo met…

Un nuovo test diagnos…

New not-so-sweet potato resists …

Researchers from Clem…

Chirurgia tiroidea: a rischio se…

I pazienti sottoposto a t…

[Cordis] Discriminazioni di eta'…

[caption id="attachment_6…

Un nuovo ruolo dei neutrofili ne…

La presenza nella milza d…

Tumori allo stomaco: l'incidenza…

A dimostrarlo sono divers…

Impensabili altri tagli alla San…

Roma 12 dicembre 2014 - A…

Tumore del polmone: pillola evit…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Astrociti: il loro vero ruolo nei meccanismi di apprendimento e memorizzazione

astrociti murini

Non solo i neuroni, ma anche gli astrociti, particolari cellule del sistema nervoso centrale a forma di stella, svolgono un ruolo primario nei meccanismi di memorizzazione e di apprendimento. Lo ha appurato una ricerca franco-britannica pubblicata sulla rivista Nature.Fino ad oggi si riteneva che gli astrociti fossero i ‘blocchi di costruzione’ della barriera emato-encefalica e che regolassero la vasocostrizione e la vasodilatazione; in pratica che avessero un ruolo accessorio, di sostegno o nutrizione delle altre cellule.

I ricercatori hanno invece verificato che gli astrociti, cosi’ chiamati per la loro particolare forma a stella, svolgono un ruolo molto piu’ importante e intervengono nel meccanismo di memoria cellulare oltre ai neuroni.

”L’importanza funzionale di queste cellule – ha commentato Ste’phane Oliet, direttore di ricerca presso il Centre national de la recherche scientifique – potrebbe, se le ulteriori analisi lo dimostreranno, essere fondamentale per la comunicazione del sistema nervoso. In precedenza, tali cellule erano state confinate ad un ruolo di ‘infermiere’ e ‘governante’, ma non e cosi”’. Questa scoperta, sostengono i ricercatori, potrebbe avere ripercussioni terapeutiche importanti, soprattutto per quanto riguarda le malattie neurodegenerative e i disturbi legati alla schizofrenia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi