Una proteina “anti stress” è all…

Secondo uno studio condo…

Microchirurgia innovativa per st…

[caption id="attachment_7…

Dipendenza da Facebook? A.I.D.A:…

Cresce la sindrome del ‘M…

Cancro prostatico valutato con d…

[caption id="attachme…

Costi diabete: un quarto è dovut…

Le recenti innovazioni su…

Dal 30 aprile al 3 maggio Napoli…

Il capoluogo campano ospi…

Carcinoma colon-retto: al Regina…

L'Istituto Regina Elena d…

Cancro al seno: decodificati i g…

[caption id="attachment…

Teva annuncia l’approvazione del…

Approvato il primo spray …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Microsensori dorati per diagnosi e monitoraggio in tempo reale

nanosensori

Diagnosi e monitoraggio in tempo reale grazie ai “micro sensori dorati” da inserire direttamente nelle cellule dei pazienti. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Chemical Communications dai ricercatori della Scottish Universities Physics Alliance di Edimburgo, in Scozia, guidati da Colin Campbell.

Gli scienziati hanno realizzato una tecnica molto sensibile e veloce, basata sull’impiego di un laser a bassa potenza. Si tratta dell’uso di micro-sensori chimici rivestiti d’oro, che vengono introdotti all’interno delle cellule del paziente per rilevare la presenza di anomalie. In presenza di alterazioni, le sonde emettono una luce laser che fa vibrare le proteine situate nelle vicinanze, consentendo agli studiosi di monitorarne la “forma”. Gli esperti spiegano infatti che la dimensione delle molecole varia in relazione all’insorgere e allo sviluppo di una malattia, come il cancro, e la tecnica consente di misurare la “reazione” della cellula.

“Realizzando un sensore che può essere tranquillamente impiantato in un tessuto organico combinato con una tecnica di misurazione sensibile alla luce – spiega Campbell -, abbiamo sviluppato un dispositivo capace di favorire la diagnosi e il monitoraggio delle patologie nei pazienti”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!