Scoperta italiana: proteina che …

Si chiama Atrogin -1 ed …

Dipendenza da sesso: scatena ste…

La dipendenza dal sesso p…

Cancro alla prostata: probabile …

Due tipi di virus collega…

Come le renne vedono ultraviolet…

L'occhio umano percepisce…

Disturbi come depressione, schiz…

Uno studio su 61mila indi…

Studio sulle dinamiche delle pan…

Un'equipe internazionale …

Dolore cronico: una risposta pos…

Un farmaco che regola la …

Pneumococco: bambini e adolescen…

Ben il 50 per cento dei b…

Diabete di Tipo 2: la terapia sp…

Ingelheim, Germania e Ind…

Informare per prevenire l'encefa…

Una condizione clinica po…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Epilessia: astrociti i neurotrasmettitori co-responsabili delle crisi

Scoperto uno dei meccanismi responsabili dell’insorgere dell’epilessia: il “colpevole”, in questo caso, sembra essere il malfunzionamento di alcuni neurotrasmettitori, chiamati astrociti. Se, a causa di un disturbo neurologico, le dimensioni di questi ultimi si modificano, la comunicazione fra i neuroni viene “amplificata oltre misura” e si creano le condizioni perché si verifichino gli attacchi epilettici, secondo quanto affermano, in uno studio pubblicato su Nature Neuroscience, i ricercatori americani del Children’s Hospital of Philadelphia.

La ricerca, condotta su un gruppo di topi, ha dimostrato che l’alterazione degli astrociti influisce sulla “segnalazione elettrica” fra i neuroni cerebrali, che divenendo “eccessiva”, finisce col provocare le cosiddette crisi epilettiche. I neurotrasmettitori alterati, infatti, tendono a gonfiarsi fino al punto di ridurre i livelli di una sostanza chimica, presente nel cervello, che ha il compito di inibire la segnalazione elettrica tra i neuroni, la quale, a sua volta, va “fuori controllo” e dà origine ai famosi “attacchi”.

“Nell’epilessia l’inibizione cerebrale non funziona correttamente – spiega Douglas Coulter, ricercatore del Children’s Hospital of Philadelphia -, e, a causa di ciò, la ‘segnalazione elettrica incontrollata’ causa le crisi epilettiche”. (ASCA)

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x