Nuova SARS: molecola impedisce l…

Alcuni scienziati della F…

Sindrome premestruale, il proble…

Alla base della sindrome …

"L'ho già visto!" - Scienziati s…

Il suono di una voce che …

Cancro al fegato: vaccino vaiolo…

- Un farmaco ottenuto d…

Schizofrenia: farmaco sperimenta…

Un farmaco antitumorale s…

Nei mancini il rischio psicosi è…

Una brutta notizia per i …

Cancro al fegato: sperimentata u…

Bloccare il nutrimento al…

Sclerosi Multipla e CCSVI: al vi…

È partito anche a Reggio …

SLA: nuovi studi sul gene FUS, e…

Gli aggregati proteici ti…

Dal CHMP una misura di cautela …

Roma, 26 gennaio 2015 - I…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

In america fungo letale per persone con sistema immunitario compromesso

Cryptococcus gattii

Cryptococcus gattii , un ceppo geneticamente diverso e potenzialmente letale di un fungo, si sta rapidamente diffondendo tra animali e persone nel nordovest degli Stati Uniti, Oregon e nella provincia canadese della Columbia Britannica. Il fungo e’ trasportato dall’aria e sembra colpire solo pazienti affetti da AIDS, pazienti che hanno ricevuto un trapianto e chi ha un sistema immunitario compromesso.
Il Cryptococcus gattii è un fungo che infetta le vie respiratorie degli animali, compresi gli esseri umani. E’ stato ritrovato nel suolo, alberi, aria e acqua e solitamente si trova negli alberi di eucalipto dei tropici e delle aree subtropicali. Recentemente, dal 2004, focolai di infezione in Oregon hanno spinto preoccupazione per questo patogeno. L’infezione è causata quando le spore del fungo vengono inalate. Dopo aver colonizzato le vie respiratorie, la malattia può avere una latenza che varia dai 2 ai 12 mesi prima di apparire, ma di solito i sintomi compaiono a 6-7 mesi dopo l’esposizione. Nei polmoni si sviluppano cavità create dal fungo per crescere svilupparsi. Si ritiene inoltre che il 20% di coloro che sono infettati possono sviluppare la meningite perché l’infezione si diffonde fino al sistema nervoso centrale. Tuttavia, alcune infezioni sono asintomatiche, in quanto gli individui non sviluppano sintomi.

I sintomi che si manifestano con infezione da Cryptococcus gattii possono variare notevolmente, ma comprendono: febbre e brividi, sudorazioni notturne, perdita di peso, Tosse e mancanza di respiro, Mal di testa, dolore al torace, dolore al collo e rigidità, sensibilità alla luce, e perdita di controllo (sintomo neurologico). La morte è stimato in meno del 5% dei casi umani. Tuttavia, recentemente in Oregon si sta arrivando nelle persone immunocompromesse, ad un tasso di mortalità elevato.
Le infezioni, contratte dall’ambiente, non sono contagiose.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi