Siena: via allo sviluppo vaccino…

[caption id="attachment_7…

La percezione visiva migliorata …

Anche chi vede bene non s…

Come si adatta il cervello allo …

Come si adatta il cervell…

Diabete e ictus: la genetica ind…

[caption id="attachment_8…

Linagliptin riduce in modo signi…

I risultati degli studi…

Mamma, vado all’asilo. Tutti i c…

Decidere di mandare un ba…

Tumori sfuggono al sistema immun…

[caption id="attachment_6…

Prima interfaccia cerebrale uomo…

Comandare il moviment…

EPAC ONLUS plaude alla prima ris…

[caption id="attachment_7…

Telethon al S. Raffaele, scopre …

La scoperta, realizza…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori al polmone: software per elaborare gli spostamenti durante la respirazione e distruggerli

E’ quasi come un videogame di ultima generazione basato sul 3D e sulla quarta dimensione, il tempo, ma serve per annientare il tumore al pomone senza colpo ferire ai tessuti sani limitrofi, con un’arma di precisione che spara solo sulle cellule malate. Messo a punto da Nicolas Peguret del Policlinico Universitario di Ginevra, si tratta di un software a 4 dimensioni sviluppato per aiutare gli oncologi a mirare dritto al cuore del tumore, captando ogni minimo spostamento della massa tumorale mentre il paziente respira.
Il software, ora in seconda fase di sperimentazione clinica, e’ stato presentato alla European Lung Cancer Conference in corso a Ginevra.

La massa tumorale nel polmone si puo’ spostare dalla sede anche di 4 centimetri mentre il paziente respira, per cui se si usa una radioterapia mirata con campo d’azione stretto si rischia di non colpire tutto il tumore. Se invece si usa una radio a campo allargato si rischia di colpire anche i tessuti sani.

Cosi’ gli esperti hanno messo a punto un software che ‘macina’ i dati raccolti con una tomografia a quattro dimensioni (che da’ immagini del polmone e del tumore nel tempo, mentre il paziente respira) e calcola quando e dove va ‘sparata’ la radioterapia. Cosi’ l’oncologo puo’ colpire dritto al cuore del male nell’istante giusto per estirparlo.(ANSA)

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!