La fase III dello studio GALA pu…

Gerusalemme,  Luglio 2013…

Staminali impiantate nell'occhio…

Eccezionale intervento in…

Alzheimer e prevenzione: inizian…

Prevenire l'Alzheimer con…

Nuovi dispositivi per il monitor…

Nuovi dispositivi per i…

Associazione Italiana di Aritmol…

Roma, 20 ottobre 2014. In…

Obesità nella donna: quanto comp…

L'obesita' ha ripercussio…

Si apre oggi a Roma il Fertility…

In questa occasione ve…

Batteri modificati contro le inf…

Una versione modificata d…

Cancro: allo studio un potenzial…

Scienziati hanno svelato …

Un nuovo strumento per eseguire …

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Intuizione: e i neuroni cambiano strategia

Quando si ha un’intuizione l’immagine della classica ‘lampadina’ che si accende nel cervello non e’ lontana dalla realta’: uno studio pubblicato sulla rivista Neuron ha dimostrato infatti che i neuroni associati alla risoluzione dei problemi cambiano improvvisamente quando si ha la comprensione della strategia da seguire. “L’abilita’ degli animali e degli uomini di abbandonare vecchie strategie di comportamento in favore di nuove piu’ vantaggiose dipende dal lobo frontale”, ha spiegato Jeremy K. Seamans del Brain Research Centre all’universita’ British Columbia (UBC). “Nel nostro studio – ha continuato – abbiamo esaminato come i i gruppi di neuroni nel lobo frontale delle cavie passano da una regola conosciuta a una completamente nuova attraverso tentativi ed errori”.

Usando tecniche statistiche per studiare gli insiemi di neuroni durante il processo di apprendimento dei topi, i ricercatori hanno scoperto che e’ sempre lo stesso ‘pacchetto’ di cellule cerebrali che passa dalla vecchia alla nuova regola. Anche se sono necessari diversi tentativi per apprendere la nuova strategia, pero’, l’intuizione viene codificata non con un cambiamento graduale dei segnali dei neuroni, ma con una transizione improvvisa che corrisponde al cambiamento di comportamento subito dopo che l’idea ha ‘illuminato’ il cervello.
AGI - Salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi