Legge 40 e diagnosi preimpianto:…

La Corte europea dei diri…

Custirsen per la cura del tumore…

Teva Pharmaceutical Indus…

Quando la rinite allergica è cau…

Di giorno raffreddore…

Mal di schiena per 7 adolescenti…

Per la prima volta in Ita…

CNR: nuovi microscopi con super-…

I ricercatori dell Istit…

Cancro alla prostata: la circonc…

La circoncisione potrebbe…

Cardo mariano: non solo per il f…

I farmaci chemioterapici …

Disfunzione erettile: sei uomini…

Almeno una volta nella vi…

Cancro allo stomaco: nemico di 1…

Nemico insidioso e sotto…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il meccanismo cellulare che limita ‘eccesso di cicatrici’

fibroblasti

Un tipo di cellule che diventa ‘dormiente’ evita che dopo una ferita si formi troppo tessuto cicatriziale. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’universita’ di Chicago con uno studio pubblicato da ‘Nature Cell Biology’. Secondo l’articolo i fibroblasti, cellule ‘reclutate’ dall’organismo in caso di ferite, a un certo punto entrano in uno stato di senescenza, un fenomeno che si pensava avvenisse solo in cellule con il Dna danneggiato.

I fibroblasti senescenti fermano la produzione di collagene, e degradano la matrice extracellulare. “Il risultato – ha spiegato Joon-Il Jun, primo autore dell’articolo – e’ che l’accumulo di cellule senescenti inibisce la formazione di tessuto cicatriziale in eccesso”. La ricerca ha anche scoperto che una proteina chiamata Ccn1 e’ responsabile della trasformazione dei fibroblasti. Questa ricerca, scrivono gli autori, puo’ essere utile a capire e curare le patologie in cui c’e’ la formazione di tessuto cicatriziale in eccesso, come quelle degenerative del fegato.

AGI -Salute

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi