"Nuovi anticoagulanti orali: in…

Sintesi interventi relato…

Dolore cronico nei pazienti anzi…

Tecniche di comunicazione…

Molte amicizie (vere) su Faceboo…

Buone notizie per gli ama…

Scoperta una proteina che rallen…

Bloccando una proteina c…

Dolore Cronico per oltre 745.000…

Il 15 ottobre, arriva in …

Sclerosi multipla: differenze ce…

La differenza che c'e' tr…

Marijuana e salute: una relazion…

L’uso abituale di marijua…

Broccoli anti-cancro, ma collabo…

[caption id="attachment_…

Staminali per la rigenerazione d…

[caption id="attachment_8…

Bambini all'aria aperta anche d'…

Le precauzioni per evitar…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tessuto epatico ricreato artificialmente: con le cavie funziona

Diagramma fegato

Funzionano, almeno sulle cavie, le prime ‘toppe’ create artificialmente per riparare i danni al fegato. Lo afferma un articolo pubblicato da Nature Medicine, secondo cui lo stesso metodo potra’ essere usato un giorno per produrre interi organi perfetti per i trapianti. I ricercatori del Massachussets General Hospital hanno preso delle porzioni di fegato delle cavie ‘lavandole’ dalle cellule e lasciando soltanto una struttura di sostegno formata da collagene e vasi sanguigni. Nella ‘toppa sono stati inseriti degli epatociti, un tipo di cellula del fegato, che hanno ‘ripopolato’ la struttura.

Il tessuto cosi’ ottenuto e’ stato poi trapiantato nel fegato di alcuni topi, dove ha funzionato perfettamente per qualche ora. ‘Per quello che ne sappiamo e’ la prima volta che si costruisce una porzione di fegato in laboratorio – spiega Korkut Uygun, uno degli autori – anche se ci vorra’ ancora molto lavoro prima di ottenere delle ‘toppe’ utilizzabili sull’uomo. Il problema principale da risolvere e’ che quelle che abbiamo realizzato hanno funzionato per poche ore, ma e’ comunque un ottimo inizio’.

AGI – Salute

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!