Scoperto codice universale per l…

[youtube id="5MfSYnItYvg"…

Dolore, a Udine la campagna di f…

Dolore cronico in ortoped…

SLA: scoperti punti deboli studi…

Alcuni studiosi american…

Tumori: provocati uno su 40 da e…

In almeno un caso su 40 i…

Nuova classe di farmaci per la c…

I ricercatori dell'Univer…

Morti improvvise tra gli sportiv…

Viste le recenti morti ch…

Malattie osteoarticolari: a Fire…

Il 18% della popolazi…

Diabete di tipo 2: nuovi studi d…

Ingelheim, Germania e Ind…

Una semplice equazione per valut…

Una semplice equazione po…

L’infezione, una compagna di via…

[caption id="attachment_4…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: stimolazione magnetica transcranica migliora facolta’ comunicative

La stimolazione magnetica transcranica ripetitiva (rTMS) rappresenta un possibile trattamento per i deficit cognitivi associati all’Alzheimer. In uno studio pubblicato sul Journal of Neurology, Neurosurgery and Psychiatry i ricercatori dell’IRCCS Centro San Giovanni di Dio Fatebenefratelli coordinati da Maria Cotelli hanno studiato 10 pazienti cui e’ stata applicata la rTMS, una rapida successione di impulsi magnetici, al lobo prefrontale per 25 minuti. Metà dei pazienti ha ricevuto il trattamento per cinque giorni a settimana per un mese, mentre l’altra meta’ ha ricevuto un finto trattamento per due settimane seguito da due settimane di TMS.

I pazienti che hanno avuto il trattamento completo hanno mostrato un miglioramento nella comprensione del linguaggio fino al 77%, un miglioramento ancora visibile dopo 8 settimane. Secondo gli autori il trattamento e’ specifico per questo sintomo, ma serviranno studi più ampi per confermarlo. Per approfondimenti

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!