Parodontite: spesso il laser è i…

Laser a diodi e una spec…

Scoperta biotech a Milano: gene …

Un team di ricercatori de…

I prematuri in Italia: rappresen…

La Società Italiana di In…

L'aiuto dei batteri probiotici c…

[caption id="attachment_1…

Cellule staminali: "creata" cart…

Scienziati britannici han…

Carenza di Vitamina D in gravida…

Le mamme che presentano u…

[IBFAN ITALIA] “Latte materno e …

In relazione alla not…

Déjà-vu: spiegato il fenomeno se…

Quante volte pensiamo di …

Sindrome di Beckwith-Wiedemann: …

Luce sui meccanismi alla …

Tubercolosi: nuove importanti sc…

La tubercolosi è una mala…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: sulle vie di un vaccino che riduce la progressione dei piu’ letali

Londra, 12 lug. – Un gruppo di ricercatori della Middlesex University (Regno Unito) ha sviluppato un nuovo vaccino per ‘uccidere’ i tipi di cancro piu’ letali, tra cui quello al seno, all’intestino e al collo dell’utero. Il farmaco, gia’ in fase di sperimentazione sui pazienti, sembra in grado di ridurre e impedire la diffusione dei tumori.
Secondo quanto riportato dal quotidiano britannico Daily Mail, questo nuovo vaccino potrebbe salvare milioni di vite umane rendendo innocui tra gli altri anche il tumore al pancreas, alle ovaie e alla vescica. L’iniezione speciale potrebbe fare il suo ingresso nel mercato tra 5 anni. Per arrivare a questo vaccino i ricercatori sono partiti dal presupposto che alcuni tumori, generalmente quelli piu’ letali, producono un ormone presente normalmente solo in gravidanza. Si tratta della ‘gonadotropina corionica umana’ (HCG) che costituisce la base dei test di gravidanza. I ricercatori britannici hanno dimostrato che una forma di HCG viene prodotta da circa la meta’ dei tumori alla vescica e al pancreas. Lo stesso ormone viene prodotto dai tumori al seno ,all’intestino, alle ovaie e all’utero.

Il nuovo vaccino, sviluppato in collaborazione con la societa’ statunitense Celldex Therapeutics, indirizza il sistema immunitario a distruggere HCG. Questo contribuirebbe a ridurre i tumori e soprattutto a impedire la loro diffusione e l’insorgere di metastasi. I test condotti sugli animali hanno prodotto risultati ”molto buoni” e i risultati preliminari sui test condotti sulle persone mostrano che il farmaco e’ sicuro. Il nuovo vaccino verra’ ora somministrato a 60 uomini e donne con una diagnosi di cancro alla vescica. Pero’ prima di distribuire su larga scala questo farmaco saranno necessari piu’ studi che ne mostrino l’idoneita’ a un ampio utilizzo, ”Il vaccino – ha spiegato Ray Iles, uno dei papa’ del farmaco – potrebbe aiutarci a fare rapidi progressi nel trattamento di questo cancro invasivo”. L’eliminazione dell’ormone HCG potrebbe anche essere utilizzata come contraccettivo. La fertilita’ della donna verrebbe ‘spenta’ solo per un anno dopo il completamento del trattamento.

AGI – Salute

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi