La Procura di Torino indaga la S…

Somministrazione di farma…

Geriatria: negli USA gli america…

Gli anziani americani di…

Depressione: una proteina potreb…

Gli scienziati hanno…

Ogni cervello ha un network, ogn…

Per evitare ingorghi e st…

Vista: stampate per la prima vol…

Un gruppo di ricercatori…

Malattie muscolo-scheletriche pe…

Le patologie di natura mu…

La carie, un problema di sanità …

Milano, 29 settembre 2014…

Percezione del corpo e memoria: …

Un nuovo studio del Karo…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Baci e benefici: meno calorie, m…

Non si tratta di legg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

AIDS: Nuovo metodo per combattere l’infezione, indurre cellule infettate al ‘suicidio’

Washington, 19 ago. – Una nuova via per combattere il virus Hiv potrebbe essere quella di far ‘andare nel panico’ le cellule umane infettate inducendole a ‘suicidarsi’. A studiare questo approccio sono i ricercatori della Hebrew University di Gerusalemme, che hanno descritto i primi risultati sulla rivista AIDS Research and Therapy.


Le terapie che si usano oggi contro l’Hiv, spiegano i ricercatori, non eliminano il virus dall’organismo, ma si limitano a impedirne la replicazione allontanando il momento in cui si sviluppa l’Aids. Con il metodo sviluppato dall’universita’ israeliana invece le cellule che vengono infettate dal virus vengono indotte all’apoptosi, cioe’ la morte spontanea, eliminando l’infezione. Per far si’ che questo avvenga e’ stata sviluppata una serie di piccole proteine che entrano nelle cellule infettate e stimolano una maggiore integrazione fra il Dna di queste e quello del virus, un processo che fa ‘impazzire’ la cellula e innesca l’apoptosi.
“Per il momento il metodo e’ stato testato solo in laboratorio – spiega Abraham Loyter, uno dei ricercatori – ma i primi risultati sono veramente promettenti”. (AGI)

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!