GE HEALTHCARE PRESENTA LE NUOVE …

La divisione medicale di …

Dai pipistrelli, oltre alla cont…

I pipistrelli possono for…

Ictus: quella passeggiata quotid…

Camminare puo' ridurre il…

Ratto robot con i baffi dà nuovo…

[caption id="attachment_1…

Il biosimilare in Italia è un’oc…

Roma, 25 giugno 2015 - “L…

Bilirubina: protegge da cancro e…

Il pigmento contenuto nel…

[AIRC] La leucemia nemica meno t…

[caption id="attachment_9…

Test italiano per predire Alzhei…

C4D, un semplice esame di…

Dolore, a Udine la campagna di f…

Dolore cronico in ortoped…

Proteina orexina, legata alla so…

La proteina orexina, che …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

AIDS: Nuovo metodo per combattere l’infezione, indurre cellule infettate al ‘suicidio’

Washington, 19 ago. – Una nuova via per combattere il virus Hiv potrebbe essere quella di far ‘andare nel panico’ le cellule umane infettate inducendole a ‘suicidarsi’. A studiare questo approccio sono i ricercatori della Hebrew University di Gerusalemme, che hanno descritto i primi risultati sulla rivista AIDS Research and Therapy.


Le terapie che si usano oggi contro l’Hiv, spiegano i ricercatori, non eliminano il virus dall’organismo, ma si limitano a impedirne la replicazione allontanando il momento in cui si sviluppa l’Aids. Con il metodo sviluppato dall’universita’ israeliana invece le cellule che vengono infettate dal virus vengono indotte all’apoptosi, cioe’ la morte spontanea, eliminando l’infezione. Per far si’ che questo avvenga e’ stata sviluppata una serie di piccole proteine che entrano nelle cellule infettate e stimolano una maggiore integrazione fra il Dna di queste e quello del virus, un processo che fa ‘impazzire’ la cellula e innesca l’apoptosi.
“Per il momento il metodo e’ stato testato solo in laboratorio – spiega Abraham Loyter, uno dei ricercatori – ma i primi risultati sono veramente promettenti”. (AGI)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi