Quando gli occhi rivelano proble…

Le malattie cardiovascol…

La pelle che non invecchia non è…

Uno studio identifica le …

Crostacei e frutti di mare, font…

Riserva di iodio cont…

Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

Acne: maschera al collagene nuov…

Maschere al collagene in …

La radioterapia contro il cancro…

Le pazienti trattate co…

Cervello: ciglia cellulari guida…

Un nuovo studio ha mostra…

PATIENT’S DAY ADHD: come si arr…

Convegno in concomitanza …

Herpes simplex: epidemia globale…

L'infezione dal virus he…

Scoperto il lipide che concorre …

Interagendo con la protei…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alopecia areata: otto geni a capo della malattia autoimmune

Roma, 18 ago – La caccia alle cause della calvizie sta dando i suoi frutti. Ricercatori del Columbia University Medical Center hanno infatti scoperto ben otto geni colpevoli dell’alopecia areata, una delle piu’ comuni malattie autoimmuni che progredendo porta alla completa perdita dei capelli. Molti dei geni individuati hanno una stretta parentela con altre malattie autoimmuni, come il diabete di tipo 1 e l’artrite reumatoide, e con la psoriasi, che in un primo tempo era ritenuta la causa prima di questa forma di alopecia.

Il leader del gruppo di geni ”malvagi” e’ ULBP3, che guida le cellule tossiche alla distruzione dei tessuti che sostengono i capelli. Altri due geni sono localizzati nel follicolo pilifero, mentre i restanti cinque regolano l’eccessiva risposta immunitaria. Angela M. Christiano, che ha guidato il gruppo di ricerca americano, e’ convinta che adesso, con i geni in tasca, siano possibili ”passi avanti” come la creazione di un test del Dna in grado di individuare precocemente l’arrivo della malattia. (ASCA)

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x