ADUC: USA stanzia 4,5 mld per un…

NeoStem, con base nel New…

Perché il virus dell'influenza s…

  [caption id="attachm…

una nuova emergenza pediatrica: …

Caserta, 15 settembre 201…

AIDS: L'OMS traccia nuove linee …

Nuove linee guida di …

Metastasi ossee: l'inibizione di…

Ricercatori francesi hann…

Alimentazione: maggior assunzion…

[caption id="attachment_6…

Muscoli paralizzati durante il s…

Scoperto un nuovo meccani…

Tossicodipendenze: medici di fam…

La proposta, lanciata da …

Giornata Mondiale Sclerosi Multi…

Roma, 24 maggio 2016 – In…

Incontro Balduzzi-Mele: i pediat…

Il Ministro conferma: non…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Staminali adulte in soccorso del cuore infartuato

Se adeguatamente ‘istruite’, le cellule staminali adulte possono riparare i danni provocati al cuore dagli infarti. Lo afferma uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology, secondo cui questa tecnica e’ sicura e puo’ essere testata sull’uomo. Le staminali adulte isolate dai pazienti normalmente hanno una limitata capacita’ di riparare il cuore.

I ricercatori della Mayo Clinic di Rochester, nel Minnesota, hanno sviluppato pero’ un cocktail di fattori di crescita cardiaci che riescono a ‘programmare’ le staminali ottenute dal midollo osseo dei pazienti. Applicate a un modello animale queste cellule hanno mostrato una grande capacita’ di riparare i tessuti cardiaci senza nessun effetto collaterale. Nello specifico, i ricercatori hanno trovato che il tessuto cardiaco danneggiato guariva piu’ efficacemente, grazie all’apporto delle staminali, e le cicatrici lasciate dall’infarto erano scomparse dopo qualche mese dal trattamento.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi