Trapianto utero: tra due anni ci…

[caption id="attachme…

Epatite C: trascorsi due mesi da…

''Dopo 2 mesi dalla possi…

Tumori: linfociti T ingegnerizza…

Le cellule staminali del …

HIV: ricerca italiana scopre met…

Un team dell'Istituto sup…

Glaucoma: sintomi ridotti da vin…

Vino rosso (ma in quantit…

Violenza femminile: per le donne…

Nella sola città di Milan…

I ritmi circadiani regolati da u…

La proteina Atassina-…

Virus Ebola: descritte oltre 300…

L'analisi approfondita di…

Chirurgia: protesi "a fiore" per…

Da oggi l'ernia guarisce …

Traumi: possono essere ereditati…

Gli effetti psicologici d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori del cavo orale: a breve test dal dentista

In pochi anni i tumori del cavo orale potrebbero essere diagnosticati in 20 minuti dal dentista, invece che necessitare di lunghe analisi di laboratorio. I primi test sull’uomo di un nuovo microchip stanno per iniziare nell’universita’ inglese di Sheffield, che ha dato l’annuncio con un comunicato. La procedura tradizionale per la diagnosi di questo tipo di cancro prevede che si prelevi un campione di eventuali lesioni del cavo orale, che deve essere analizzato da un laboratorio specializzato. Il nuovo test prevede che il dentista ‘spazzoli’ qualche cellula e la inserisca in un microchip in grado di effettuare l’analisi in 20 minuti.


I primi test sull’uomo del dispositivo, sviluppato dalla statunitense Rice University, dureranno due anni, e se si dimostreranno efficaci la procedura potrebbe diventare di routine per tutti gli studi dentistici. Il microchip, che viene inserito in un analizzatore della grandezza di una carta di credito, distingue le cellule tumorali da quelle sane sulla base della risposta alla luce emessa da lacuni Led. I tumori del cavo orale hanno un alto tasso di sopravvivenza se diagnosticati precocemente, mentre in caso di diagnosi in ritardo sopravvive solo il 50% dei pazienti.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!