Come la mamma trasmette l''odore…

La paura? E' nell'aria. I…

"Tintarella naturale" con frutta…

Ciò che mangi ti si legge…

Trapianto autologo cellule stami…

Significativi i miglioram…

TEVA annuncia sentenza favorevol…

GERUSALEMME(BUSINESS WIRE…

Nuovo approccio per la terapia a…

[caption id="attachment_1…

Calcoli renali: arriva dallo spa…

Una tecnica in uso per gl…

Progetto Italian ePAQ : incontin…

Arriva in Italia uno stru…

Lo iodio, catalizzatore 'ecologi…

[caption id="attachment_7…

Il cervello come reagisce ad un …

Metà degli ultrasessanten…

Metalli pesanti nei cosmetici: a…

Una nuova ricerca riv…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori del cavo orale: a breve test dal dentista

In pochi anni i tumori del cavo orale potrebbero essere diagnosticati in 20 minuti dal dentista, invece che necessitare di lunghe analisi di laboratorio. I primi test sull’uomo di un nuovo microchip stanno per iniziare nell’universita’ inglese di Sheffield, che ha dato l’annuncio con un comunicato. La procedura tradizionale per la diagnosi di questo tipo di cancro prevede che si prelevi un campione di eventuali lesioni del cavo orale, che deve essere analizzato da un laboratorio specializzato. Il nuovo test prevede che il dentista ‘spazzoli’ qualche cellula e la inserisca in un microchip in grado di effettuare l’analisi in 20 minuti.


I primi test sull’uomo del dispositivo, sviluppato dalla statunitense Rice University, dureranno due anni, e se si dimostreranno efficaci la procedura potrebbe diventare di routine per tutti gli studi dentistici. Il microchip, che viene inserito in un analizzatore della grandezza di una carta di credito, distingue le cellule tumorali da quelle sane sulla base della risposta alla luce emessa da lacuni Led. I tumori del cavo orale hanno un alto tasso di sopravvivenza se diagnosticati precocemente, mentre in caso di diagnosi in ritardo sopravvive solo il 50% dei pazienti.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi