Giuseppe Mele, presidente della …

I genitori di oggi guarda…

Colite ulcerosa: ingerire dei ve…

[caption id="attachment_1…

Dolore cronico: al via il proget…

Il farmacista come riferi…

Morbo di Parkinson: scoperta pro…

Scoperta la proteina-sent…

Promettenti le cellule nervose a…

[caption id="attachme…

Stati di stress da non sottovalu…

Lo stress non è da so…

Antibioticoterapia In età pediat…

Le figure più autorevoli …

CCSVI: studio italiano su cura Z…

Uno studio italiano p…

La terapia del dolore in Italia

(Fonte Istat e Relazion…

La SIPPS lancia l’allarme: con i…

La Società Italiana di Pe…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Citospugna per prelievo campioni tissutali e prevenire tumore esofago

Una ‘citospugna’ inventata dai ricercatori del Medical Research Council inglese potrebbe aiutare a prevenire i tumori all’esofago. Il dispositivo e’ stato descritto sul British Medical Journal, e potrebbe sostituire l’endoscopia. La spugna e’ in grado di raccogliere le cellule dello stomaco, che possono poi essere analizzate per verificare la presenza di una condizione chiamata ‘esofago di Barret’, che precorre il tumore dell’esofago.

La spugna viene inghiottita dal paziente e poi estratta dopo 5 minuti, e un trial su 500 pazienti fra i 50 e i 70 anni ha trovato la patologia nel 90 per cento dei casi. “Il cancro all’esofago colpisce sempre piu’ persone in occidente – ha sottolineato Rebecca Fitzgerald, che ha coordinato lo studio – quindi e’ necessario sviluppare un metodo di diagnosi sicuro e poco invasivo per l’esofago di Barrett. Quello con la spugna si e’ dimostrato efficace e ben tollerato dai pazienti”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi