Teva, in collaborazione con Inte…

La piattaforma aiuta a co…

Chirurgia carotidea: diventa pre…

(ASCA) - Roma - Al Neuro…

Tumori e fumo: ennesimo studio a…

- ''Due recenti articoli …

Mamma, vado all’asilo. Tutti i c…

Decidere di mandare un ba…

TIMP-1 e cancro colon-rettale: s…

[caption id="attachment_8…

Morbillo e vaccino: le novità

Roma, 30 settembre 2013 –…

Tumori al fegato: rischio tripli…

Con un parente di primo g…

Alzheimer: nei casi ereditari si…

Scienziati della Was…

Psoriasi: attenzione alle unghie…

[caption id="attachme…

Atassia di Friedrich, al via spe…

Parere favorevole dell’AI…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Laser terapia contro fratture e lesioni spinali: ormai comprovata efficacia, risultati sorprendenti

Sono sorprendenti i risultati di una sperimentazione durata 6 anni su 78 pazienti tetraplegici, paraplegici, con fratture spinali e lesioni midollari. Il trattamento con il laser ha permesso infatti a questi soggetti, uomini e donne di eta’ compresa fra i 14 e i 55 anni, di riprendere funzionalita’ ormai perdute e non recuperabili con altre metodiche. In qualche caso (5 su 78) si e’ arrivati persino all’abbandono della carrozzina. Appaiono quindi evidenti, spiega una nota, a giudicare dai dati scientifici presentati oggi al congresso Laser Florence, gli effetti anti-infiammatori e rigenerativi del laser non chirurgico su pazienti con lesioni traumatiche spinali. La sperimentazione, portata avanti dal professor Leonardo Longo, medico chirurgo specialista in Endocrinologia e docente a contratto in Laser Chirurgia e Medicina delle Universita di Siena e San Marino, nonche’ ”Visiting Researcher Professor” presso diverse universita’ in tutto il mondo, ha mostrato come sia stato possibile, per tutti e 78 i soggetti, il recupero di funzioni essenziali.

Tra queste, la funzionalita’ e sensibilita’ sfinterica anale (e, nella donna, anche vescico/uretrale); la funzionalita’ e l’attivita’ sessuale maschile e femminile; il ripristino della termoregolazione, della sensibilita’ tattile, termica e dolorifica al di sotto della lesione; il miglioramento dell’attivita’ muscolare liscia e anche di quella volontaria.
Il follow-up dopo 6 anni di sperimentazione conferma che i risultati ottenuti sono stabili e permanenti. L’uso del laser e’ stato largamente sperimentato anche nell’ambito della terapia delle paralisi facciali. Negli ultimi trent’anni sono stati trattati migliaia di pazienti con questa patologia che riconosce diverse cause. Nella grande maggioranza dei casi la paralisi e’ scomparsa senza piu’ ritornare.(ANSA)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi